martedì 31 agosto 2010

Domenica d'Agosto

Recitavano canzoni antiche:

'Domenica d'Agosto, che caldo fa /
la spiaggia è un girarrosto, non servirà /
bere una bibita...'


e anche:

'Tutta mia la città, un deserto che conosco
Tutta mia la città, questa notte un uomo piangerà'


Sono a casa da Domenica scorsa (22 agosto), ma ho ripreso a lavorare solo stamattina. Nel frattempo, ho avuto un problema col pc di casa e son dovuto venire in negozio per usare questo 'lavorativo'. Non c'è cosa che odio di più dell'andare in negozio in giorni non lavorativi - non tanto perchè non mi piace il mio negozio, quanto perchè c'è sempre qualcuno, anche nel pieno di Agosto, che riesce a beccarmi nei tre secondi che impiego ad aprire il portone per parcheggiare il motorino.

Domenica 22 Agosto. La città è un girarrosto, alle ore 15. La città è un deserto che conosco. Nella via non c'è nessuno. Smonto dal motorino, entro nel portone per aprirlo da dietro, ri-esco su strada... UN VECCHIO!!!!!!! Ma da dove è sbucato? Non lo guardo direttamente. Metto le mani sul motorino per parcheggiarlo... 
"Scusi, apre domani?"

No, Lunedì sono chiuso sempre, comunque apro settimana prossima.

"No, perchè c'è l'orologio di mia figlia che l'ha fatta impazzire tutta l'Estate!"

See, see, ok.


Lunedì: la città è sempre un girarrosto e sempre non c'è in giro nessuno. Vado in negozio per usare il pc, e già che son lì affiggo due cartelli "Si riapre Martdì 31 Agosto". Mentre li affiggo (uno era su, l'altro no), passa un tizio: "Uhhh, aprite domani?" "No, settimana prossima!" "Peccato, perchè devo cambiare una pila che poi parto" "Eh, pazienza..."

Martedì: smadonno contro TeleTu, che mi dà problemi con internet a casa. Non ho voglia di andare in negozio, ma ci sono costretto. Mentre navigo, arriva una telefonata: "Salve, ho chiamato per sapere se siete aperti. Aprite settimana prossima? Ma nooo, è troppo tardi! Sa, avevo chiamato ai primi di Luglio per sapere se tenete i Casio, mi ha detto che li tenete e allora andavo tranquilla per il regalo... ma il 31 Agosto è il compleanno, quindi è troppo tardi! Poi magari appena aperto non c'è tutta la scelta disponibile, io volevo qualcosa da spendere poco... Non può aprire, se passo, per farmi vedere cosa avete in casa?"

Allora: negli anni passati mi è successo di essere chiuso, ma ricevere telefonate per orologi importanti, e allora ok, ho aperto, ben venga. Ma per una che vuole qualcosa di poco costoso, che però non sa cosa scegliere esattamente, e che ha avuto l'intelligenza di aspettare due mesi e tirarsi all'ultimo istante per il regalo... no, non apro. Ho detto che avevo il negozio vuoto dopo l'inventario, e se voleva passare il 31, la attendevo con felicità. Perchè io lo so cosa succede, se tiro su la saracinesca per far vedere degli orologi a una indecisa: la città deserta mi spedisce in negozio un milione di persone per cambiare la pila. 

Mercoledì: mi torna la linea, non vado in negozio.

Giovedì: vado in negozio per le pulizie pre-apertura. Mentre apro il portone, mi ferma un rumeno che entra sempre in negozio per chiedere soldi. Mi mancava, pure questo, eh. Uno che si informa su quando apro, così può passare a far l'elemosina. Tipo servizio a domicilio.

Sabato: passeggiavo per il centro e ho incontrato una tipa che abita nel mio palazzo. Mi ha chiesto quando aprivo, e mi ha raccontato della terribile storia d'orrore che le è successa: Sabato 14 Agosto in città non ha trovato nessuno che le cambiasse la pila subito! Ha girato tre posti (son pur stupito che fossero aperti!), e nessuno la faceva. Questo conferma che in città nessuno fa le pile subito. E conferma anche che agli occhi della gente, questo è un reato.


Eh beh. I segnali per una nuova stagione di vecchi, pile, elemosine ci sono tutte. 
Al momento, ho aperto da due ore, e penso di aver preso una ventina di pile da cambiare. Ed è venuto un nero a chiedere la carità. E quasi tutti i clienti avevano ben oltre 70 anni.

Bentornato al lavoro, Clerk. Fortuna che le tue vacanze sono state fighissime e ti sei rilassato un casino!

C'è anche da dire che mi sono rilassato al punto di essermi scordato totlmente tutte le cagate dei clienti di Luglio... dovrò ripartire da zero con nuove, strabiliante avventure. Devo solo dirvi com'è finita con Bella Zio. Alla prossima...


13 commenti:

  1. utente anonimo31 agosto 2010 12:20

    Ohhh, ben tornato P., incominciavo ad avere la scimmia da mancanza di vecchi rintronati  e pile immediate! Vedo che la preview della stagione a venire contiene tutti i gustosi ingredienti di diletto (x noi) e dramma (x te): attendiamo sviluppi.
    Nel frattempo, che il metallo sia con te!!!
    Lemmyfan

    RispondiElimina
  2. si...e poi appena riapri di quelli non se ne fa vedere manco uno! Pare che gli viene in mente solo quando chiudi che han bisogno di qualche cosa :)

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    Bentornato... ahahah è un classico quello descritto.
    Mi ricordo quando facevamo l'inventario il 31/12 ( si il giorno di San Silvestro fino a orari improponibili...), facevamo di tutto mettevamo pure i cartoni davanti ai vetri per non far vedere alla gente che eravamo dentro, nonostante tutto...

    Bussavano...
    Urlavano "C'è nesssssssunoooooo" (si guarda bene forse una particella di sodio ce l'hai nel cervello)

    ecc ecc...
    Anzi mo che mi è venuto in mente farò sul blog un post anche su questo!
    Ciao :)

    RispondiElimina

  4. sono venuta a vedere quante pile ti avrebbero lasciato alla riapertura.

    L'estate finisce, il caldo se ne va, i vecchi restano.

    Forza e coraggio!

    Nemuriko

    RispondiElimina
  5. eh, unisciti a noi, popolo di sfigati non vacanzieri!

    vedrai che il materiale da blog, agli inizi di settembre, di sicuro non ti mancherà! attensiamo fiduciosi! ;-)

    RispondiElimina
  6. Ho scoperto da poco il tuo blog, complimenti per la pazienza che hai coi clienti!
    E grazie di farci divertire!

    RispondiElimina
  7. Dai, prendila così: hai molti affezionati clienti. Che poi siano sbarellati casi umani è un altro discorso. 

    RispondiElimina
  8. Ci sei mancato, ci sei mancatooooo! Comunque se le tue vacanze sono state fichissime ne valeva la pena. Bentornato nel regno dei sogni! La Signorannamaria

    RispondiElimina
  9. Bentornato.
    Ma ma ma ma... Quella di Bella Zio non era finita lì? Il tipo è sopravvissuto? Dicci dicci dicci....

    RispondiElimina
  10. nel mercato del martedì della mia zona ( Milano Corvetto) ho notato il banco di un china man che oltre a vendere occhiali da sole tarocchi, accendini e manopole per i fornelli, sfoggia un cartello di cartone che recita QUI CAMBIAMO LA PILA AL VOSTRO OROLOGIO.
    Mi domando sempre se il servizio sia "pilasubito" , credo che mi informerò se non altro a fini statistici.

    RispondiElimina
  11. Hey! io vado via ancora 4-5 gg, quando torno fammi leggere una carellata degli aneddoti sui tuoi clienti...quelli che ti cercano sempre quando non ci sei, che sveglioni che sono !:)))

    RispondiElimina
  12. Ciao p. bentornato. Beh io come ho scritto nel mio blog ho buone sensazioni. Cmq devo dire che smadonni molto più di me,mi sa che li al nord la gente è 3 volte più rompicoglioni che qui da me.....

    Comunque ancora bentornato e buon anno lavorativo.

    RispondiElimina

  13. Siiiiiiiiiiiiiiiiiii io DEVO sapere com'e' andata a finire con Bella Zio!!!!!! Non ci dormo la notte!!! :-)

    Ma.. fra tutte 'ste pile.., non e' mica tornato FBI? mi manca! :-D

    RispondiElimina