venerdì 15 gennaio 2010

La faccia da culo

La mia famiglia aveva un conto presso una banca a 100 metri dal negozio. Aveva un conto mio nonno, uno mia zia, uno il negozio di mio nonno, uno il mio negozio. C'era gente che ci conosceva, tutto andava bene. Poi le fusioni fra banche, cazzi e mazzi, alla fin fine han cambiato tutto, è il prezzo del mondo moderno.



Fatto stà che il direttore si è comportato da vero figlio di puttana con me, nel 2006, appena morto mio padre. Il giorno dopo la morte mi ha chiamato parlandomi del fatto che dovevo rientrare _subito_ di un bel mutuo del negozio. L'ho mandato a cagare. Alla fine ho pagato, tranquillo che i soldi te li avrei dati, dilazionati (come richiede un mutuo dopotutto).



Doo due anni ho scoperto che il cretino aveva fatto un casino con l'assicurazione sulla vita legata al conto corrente (che sostanzialmente in caso di morte del contraente, estingue il debito restante del mutuo). Con quella banca, era una assicurazione obbligatoria. Vuol dire che chiunque l'aveva. Penso che un direttore dovrebbe saperlo. Invece non mi ha detto niente, non saprò mai se per malizia o stupidità, e quindi mi son trovato a ripagare tutto il mutuo, 11.000 euro, e vi assicuro che non è stata una cosa facile, alcuni mesi non prendevo il mio stipendio, pur di pagare la rata del mutuo. Io non ne sapevo niente (il conto era di mio padre, non mio!), l'ho scoperto che erano decorsi tutti i termini per richiedere la polizza, mi sono rivolto alla banca, all'avvocato, ma niente, le clausole erano nero su bianco in piccolo nella pagina in basso di un foglio che io non ho mai visto nè firmato. La banca si parava il culo, anche se so che hanno rivoltato il direttore come un calzino per sta storia.
Quindi sto cretino mi è costato 11.000 euro. E a tutto questo, si aggiungeva una gran dose di arroganza e telefonatine minatorie se l'1 di ogni mese sul conto del negozio non c'erano soldi a sufficienza per pagare la rata del mutuo, e per tre volte ho pagato 200 euro di multa per aver pagato il mutuo con 3 giorni di ritardo.
Insomma, sto figlio di puttana l'ho odiato a lungo, finchè non ho capito che semplicemente non valeva nemmeno la pena rigargli la macchina. Gli ho tirato il culo tramite lamentela formale per ogni cazzata che faceva, due volte è venuta la vicedirettrice a scusarsi o chiedere spiegazioni (mi aveva fatto un casino coi soldi mandando in rosso il conto... aveva fatto tutto lui, scambiando la parola versamento per la parola bonifico!).
E allora ho tolto tutti i conti dalla sua banca. Conti di negozi, conti personali, mio nonno aveva il conto lì da 80 anni. Non gli han nemmeno telefonato per sapere come mai lo chiudeva. Ma la botta l'han sentita, ne son sicuro - anche perchè apposta avevamo fatto il "trasloco facile" quindi sapevano benissimo che andavamo su un'altra banca.
Le due volte che ho incrociato il cretino per strada, lui guardava dall'altra parte, e io gli passavo vicino e gli auguravo buongiorno. Niente di meglio che mostrarsi superiori.



Ecco, questo il quadro della faccia di culo.
Stamattina chi viene in negozio come niente fosse, per farsi cambiare la pila?



Dite che è poco etico fargliela pagare 11.000 euro?
Tenendo anche conto che ha osato dire "Ah, non me la può fare subito?"



Io onestamente, se avessi avuto un minimo di dignità, avrei fatto anche 50 km pur di cambiare la pila da un'altra parte ed evitarmi. Ma vabbè. Dignità, che parola strana.

23 commenti:

  1. utente anonimo15 gennaio 2010 11:33

    la gente fa schifo.
    punto e basta.

    durpes

    RispondiElimina
  2. La cosa triste è che comunque tu hai dovuto sborsare 11000 euro e lui è ancora lì bello bello a fare il suo lavoro per di più strapagato profumatamente e con rischio zero perchè tanto come hai visto anche tu dalla tua disavventura non è che lui ci ha rimesso più di tanto. 

    RispondiElimina
  3. Ma che stronzo!!!! A me è successa una cosa simile col fido,7000€ mai usati e ogni 3 mesi un casino alla volta.Alla fine ho cambiato banca. Pensa che pagavo interessi sul fido pur non usandolo!!! Comunque mi spiace anche se io un modo per poter fargli una faccia di schiaffi lo troverei.....
    Per la pila beh,magari sputagli nell'orologio e magari come soddisfazione personale sputagli in faccia.

    RispondiElimina
  4. ma davvero non c'è modo di rifarsi su di lui per la polizza? cavolo.
    mi spiace.
    io gli avrei detto: può anche uscire di qui senza la sua pila. grazie.

    RispondiElimina
  5. utente anonimo15 gennaio 2010 16:26

    Certa gente è inutile. Purtroppo poi quando ci sono di mezzo i soldi certuni non guardano proprio in faccia a nessuno soprattutto per due lire in più. Gli vadano spesi tutti in medicine...

    Piuttosto aggiornaci con il nuovo FBI che citavi in un post precedente, che ci facciamo due risate per sdrammatizzare.
    Paolino Peperino

    RispondiElimina
  6. beh la linea di difesa del cretino e della banca che lo proteggeva era "non ci avete avvisato del decesso". peccato non registrare le telefonate, quella del giorno dopo la morte di mio padre era abbastanza precisa: "ora il debito è passato a te e devi rientrare". senza contare che dopo un mese ho cambiato intestazione al conto intestandolo a me e portando il certificato di morte (questo l'ho specificato nella denuncia, ma l'hanno ignorato). c'erano 6 mesi di tempo per chiedere della polizza, io l'ho scoperto per caso dopo due anni.

    ripeto: la polizza non era mia, non è che posso dare la colpa a me di non aver notato la clausola. era compito della banca, gentilmente, avvisarmi.

    ok il prossimo post sarò sul fantastico fbi2... che in realtà chiamerei rambo, viste le sue doti!!!

    però oggi son venuti un altro paio di geni che meriterebbero il post... beh ok, c'è tempo. 

    RispondiElimina
  7. dimenticavo: il voodoo ci insegna che non è saggio lasciare in mano al proprio avversario un oggetto personale, con il quale si sta a contatto molto tempo.
    ;) 

    RispondiElimina
  8. O_O  io non gli avrei manco cambiato la pila

    RispondiElimina
  9. utente anonimo16 gennaio 2010 00:00

    Avresti dovuto come minimo fare una cosa all'americana del tipo "fuori dalla mia proprietà!", sei troppo signore. Davvero mi sembra incomprensibile che lo servi.

    Comunque questa cosa che hai detto per quanto allucinante non mi sorprende, è proprio vero che la gente è squallida: cioè avessi fatto io - come bancario - un errore del genere (non attivare una polizza e poi muore il debitore) tra rischiare un posto di lavoro come direttore di filiale e rimetterci di tasca mia 11mila euro, avrei scelto la seconda opzione. Tantopiù che quei soldi li guadagna in due mesi di stipendio.

    Ma sto tizio, per come la racconti, è stato talmente disgustoso da inventare una terza via, nella quale purtroppo tu non conoscendo bene il contratto e non essendo - come comprensibile - nelle condizioni di informarti a lungo, ha avuto buon gioco.

    Allucinante, ma di gente così è pieno il mondo, ripeto non mi sorprendo, ormai lo schifo permea tutto.

    RispondiElimina
  10. utente anonimo16 gennaio 2010 12:39

    Onestamente... mi sento di quotare il commento sopra al mio: SEI TROPPO SIGNORE.

    Io, al tuo posto, avrei fatto una tra queste cose: 
    - Gli avrei messo una pila scarica o cmq con una durata di pochi giorni
    - Pila di infima qualità (cinese o giù di lì) 
    - Gli avrei detto: "no mi dispiace, non ripariamo questo genere di orologi... i preferiti dai disonesti"
    - Gli avrei fatto pagare la pila 11 euro... con 3 zeri dietro la virgola. (in cifre 11,000) Magari capisce la sottigliezza. Al suo reclamo di costo troppo alto: è una pila particolare.


    Mappoi... così peccuriosità: Che tipo di orologio è? 
    Un banchiere che non porta manco un automatico... già invita a riflettere.

    RispondiElimina
  11. utente anonimo16 gennaio 2010 17:34

    Incredibile ma vero,  io ho avuto una maestra di mia figlia che era una " tartassante". Poi cercano la pace e non sanno di crearsi solo dei nemici. La ho classificata come paranoica schizzofrenica e la ho citata come mal esempio nel suo lavoro. Morale: alcune mie amiche hanno cambiato scuola ai loro figli pur di non farli andare in classe con lei, sua figlia è stata bocciata in prima superiore ed è stata via di casa per due giorni. La maestra ha avuto i fallimenti in casa propria. Sono degli infelici, credi a me. Il sistema migliore è dire alle persone a cui vuoi bene che stiano attente in quella Banca...e tu hai un blog....e...vedi quanti 2012 abbiamo....

    RispondiElimina
  12. metti una pila cinese di quelle che dopo qualche mese cola l'acido ....

    RispondiElimina
  13. utente anonimo18 gennaio 2010 10:25

    Ma noooo che delusione.. pensavo che alla fine del post avessi scritto "...E ORA E' MORTO". Mannaggia ci rimango proprio male. Comunque l'essere umano è sempre più merda.

    Stima.

    Fyaa

    RispondiElimina
  14. utente anonimo18 gennaio 2010 18:56

    Inizialmente propendevo anche io per un bello sputacchio in corso di cambio pila... ma devo dire che l'opzione "Bambolina (orologino) voodoo" sembra molto più "sugosa"... 
    Che individuo infame..! E il peggio è appunto che ancora conserva il suo posto di lavoro, in altri ambienti per molto meno si sarebbe stati licenziati in tronco... ma tant'è, l'importante è sempre che non ci rimetta la banca... T__T
    Hai fatto benone a traslocare tutti i conti!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Quella mezza specie di essere sub umano è il classico direttore di banca del piffero che fa più danni alla sua azienda/banca che altro. Tralasciando il lato umano della vicenda (il più squallido, direi, perché chiamarvi il giorno successivo alla morte di tuo padre è un comportamento disdicevole a dir poco), ci sono delle riflessioni da fare e consigli da dare.
    Spargi la voce di come si è comportato a tutti quelli che conosci: anche se uno su dieci solamente sposterà il conto, vedrai che lisciabusso si beccherà il tipo (le banche ex locali sono viste come fumo negli occhi dalle direzioni generali del gruppo che le ha acquisite, proprio perché di solito fanno vaccate simili).
    E complimenti per la perspicacia: far chiudere il conto di un negozio che lavora è una delle peggiori cose che possa fare una banca.
    Soprattutto tu ti sei comportato da Signore e Persona Onesta: questo non te lo potrà mai togliere nessuno.

    RispondiElimina
  16. Ehehe vi ringrazio per lo sdegno e la solidarietà, ma pile cinesi e cavolate agli orologi non ne faccio - non rischio la faccia del negozio solo per fare uno scherzo ad uno stronzo. Pila, cassa, vetro, sono stati riconsegnati perfetti. Prezzo doppio, ma sono inconveniente del mestiere, e non è che con quei pochi euro in più mi ripaga il debito, ma moralmente ho iniziato a sfilargli qualche soldo :)

    PERO', se qualcuno di voi ha visto quel gioiellino di film di Mallrats (opera seconda di Kevin Smith dopo Clerks, a cui devo il nome del blog),  conoscerete il trucco che faceva Brodie/Jason Lee per far fare figuracce alla gente. Ecco. Non dico altro.


    Ah sì, e per ferirlo nell'orgoglio, quando aveva lasciato l'orologio... gli ho chiesto il nome, fingendo di essermi scordato di lui. D'altronde, è una nullità ;)

    RispondiElimina
  17. utente anonimo19 gennaio 2010 17:01

    "gli ho chiesto il nome, fingendo di essermi scordato di lui"

    E qui mi prostro ai tuoi piedi a mò di tappetino perché è stata la mossa grandiosa e definitiva.

    Il tocco del grande, la sublime vetta.

    Basta, non mi vengono altri complimenti sperticati.

    Mimì

    RispondiElimina
  18. mi associo al #19: la mossa del chiedere il nome è a dir poco sibillina. Chapeau. Anche se a certa gente si augurerebbe il peggio del peggio.

    RispondiElimina
  19. ok, la polizza non la puoi più riscuotere... ma una causa alla banca per negligenza????....
    cmq, sei un signore

    RispondiElimina
  20. eh no no, io gliel'avrei fatta pagare. non so come, guarda, perché non ci voglio manco pensare ad una cosa del genere, ma gliel'avrei fatta pagare eccome

    RispondiElimina
  21. utente anonimo22 gennaio 2010 20:56

    Chiedergli 11 euro è stato un tocco di genio.
    Anche chiedergli come si chiama.

    Non preoccuparti, verrà il momento in cui potrai colpire, se ne avrai voglia, oppure qualcun altro lo farà per te.

    RispondiElimina
  22. fortunato te, brillante. da me non lo capiscono che non li voglio vedere/servire. E so anche essere piuttosto esplicito, eh. Ritornano sempre.

    RispondiElimina