venerdì 9 luglio 2010

Bella Zio

Son già due settimane che non scrivo?!?!? Il tempo vola!

Non è certo perchè non ho avuto casi umani, anzi un paio in particolare sono stati particolarmente penosi, ma è pure squallido parlarne, erano semplicemente feccia scatenata dal caldo. Per il resto, mentre le città si svuotano, il mio negozio si riempie e ormai la media quotidiana è sui 60 clienti, quindi ho zero tempo per qualsiasi altra cosa.

Ma oggi vi meritate la storia di BELLA ZIO, un tizio che è venuto circa in Febbraio e del quale continuavo a rimandare il racconto, perchè è un po' lungo e dettagliato. Lungo, dettagliato, ma moooooolto soddisfacente, e con un colpo di scena da "Ai confini della realtà".

Ecco, allora, un pomeriggio freddo di Febbraio arriva un tizio sui 35-38 anni super trendy, abbronzatissimo, giacca di pelle con sotto golfino rosa, un cappellino di lana rosa in testa, occhiali da sole, catenazza d'oro al collo, e un accessorio immancabile: a tracolla, una borsa da donna dorata con il marchio Corona's. Accanto a lui, una bella tamarra vestita in modo consono al ragazzo, potete immaginare che bella coppietta raffinata.

Entra, lo accolgo con il consueto "Buongiorno", lui risponde "BELLA ZIO!", e capisco che già stiamo entrando nei confini dello Zelig - non guardo il programma, ma la parodia del tamarro l'ho vista quache volta: questo tizio qui è uguale.

Allora, vuole vedere un orologio per lui, "bello grosso e vistoso per un polso importante, e magari con un po' di brillantini" (parole sue). Fortunatamente, in barba a qualsiasi logica commerciale, c'è una marca di orologi che fa esattamente queste cose, da uomo: orologi belli grossi e pesanti, con anche qualche brillantino. Quando la mostro gli si illuminano gli occhi, pure la sua ragazza squittisce di gioia.

Ne prova due o tre, fa commenti tecnici tipo "Ma questo brilla troppo poco", e poi la proposta oscena: "Zio, mi fai un po' di sconto?".
La proposta è indecente per la formulazione: hai 38 anni, sei vestito pessimo, ma che cavolo mi vieni a chiamare ZIO!?!?!? 

Massì, gli dico che un 5 euro glieli sconto, allora lui dice che va bene. Pregusto la vendita, quando scatta la seconda proposta indecente: "Me lo metti da parte, però?". Massì, lo metto da parte, ok, ma quando viene?

(tenetevi forte)

"E' che adesso devo andare in clinica perchè ho avuto un incidente, poi quando esco passo a prenderlo. Non so quando esco perchè non so se la cosa è grave, me lo devono ancora dire"

E mentre mi dice questo, tira su il cappellino e mi mostra un taglio sanguinante che parte da metà fronte e sale sullo scalpo, seriamente è roba da tipo 30-40 punti, E STA SANGUINANDO! Cioè, l'incidente l'ha avuto mentre veniva da me?!??! Qual è stata la dinamica del tutto? L'ospedale è qui vicino, ma non ho ben capito se mentre ci andava ha visto gli orologi e ha capito che ne doveva comprare uno subito, o se magari doveva aspettare un po' al pronto soccorso e allora si è fatto un giretto...

Ma ok, io come se niente fosse gli dico che glielo tengo. Lui mi dice che se gli lascio il mio numero di cellulare, mi chiama poi per dirmi quando passerà. Il mio numero di cellulare non lo lascio a nessuno, quindi gli dico che comunque non c'è problema, mi chiami in negozio quando vuole, ma anche se non chiama, basta passare e se lo prende.
Niente, lui tira fuori il cellulare, e mi chiede di fargli uno squillo dal negozio così memorizza il numero. LOL, e vabbè, lo chiamo sul cella, è una mezza sbattella, ma lui è tutto contento e si memorizza il numero, poi anche la ragazza si complimenta per l'orologio scelto, e mi salutano (senza chiamarmi zio però!)

Io rimango senza parole in negozio, e mi chiedo se magari lo Zelig ha scoperto questo blog e voleva mettere alla prova qualche nuovo personaggio.

E ora, rullo di tamburi. Secondo voi il tizio, l'ho più rivisto?

15 commenti:

  1. OO___OO

    Ma come potevi rivederlo? Con un buco sanguinante in testa va a fare shopping, sarà stramazzato al massimo nel negozio di vestiti all'angolo!

    Questo fra tutti i clienti di tutti, comunque, si prende il primo gradino del podio; non c'è storia, zio!

    Io alla vista della ferita sarei svenuto...

    CartolaioMatto

    RispondiElimina
  2. Direi che il poverino, avendo sbattuto la testa, ha avuto un serio caso di amnesia, altrimenti l'orologione della sua vita, bello grosso e vistoso per un polso importante, e magari con un po' di brillantini, tornava SICURAMENTE a prenderlo. Ciumbia, pure scontato di 5 Euro!

    RispondiElimina
  3. utente anonimo9 luglio 2010 11:53


    si l'hai visto, senno' dov'e' il finale da "ai confini della realta'"?

    RispondiElimina
  4. Beh direi che il colpo di scena della testa aperta possa starci, come "ai confini della realtà". Per me di sicuro è stata una rivelazione improvvisa (e totalmente priva di logica... LOL).

    RispondiElimina
  5. OPPORCAMISERIASANTA!!

    Bella li zio, si vede che al tipo nel mettergli i punti gli hanno messo nella scatola cranica anche un po' di cervello, che gli ha consigliato di evitare l'acquisto di un orologio tamarro

    RispondiElimina
  6. utente anonimo9 luglio 2010 18:04

    Ti prego di non tenerci sulle spine...si lo hai visto e nel cervello ci hanno messo anche un poco di sale ( per quel che serve...): Ha cambiato morosa e si è preso il portantino che lo ha soccorso all' ospedale. Ho centrato? La Signorannamaria

    RispondiElimina
  7. utente anonimo9 luglio 2010 19:43


    uaaaaaao storia incredibile

    cioè

    a) la troppa cocaina lo anestetizzava ma in realtà poi è morto

    b) dal cervello aperto in due è uscito il "cluster" di memoria legato all'orologio da comprare e si è dimenticato

    c) è guarito ma poi lo hanno arrestato per via dei suoi vestiti

    d) è guarito si è fatto una vacanza in Egitto e dopo aver detto "bella zio" qd uno sbirro è nelle famose carceri egiziane a prendere mazzate


    medo

    RispondiElimina

  8. Quoto in pieno il cartolaio! Sarà stramazzato subito fuori...io mi chiedo anche chissà in che condizioni era la fidanzata...pure lei secondo me non era sana. E chissà che effettivamente il non sentire dolore e non redersi conto della gravità della ferita non fosse dovuta a qualche sostanza che girava nelle loro vene...

    RispondiElimina
  9. per me è tornato...a volte ritornano,come ci insegna stephen king..Paolo tu vendi ai morti!Altro che sesto senso !

    RispondiElimina
  10. Isitntivamente mi verrebbe da dire " no , non lo hai più rivisto " ma qualche vocina dentro di me dice " ma no non puo' essere finita qua perchè gerta gente non si lascia fermare da uno squarcio in testa noo pur di rompere le palle farebbe di tutto" quindi può anche darsi che te lo sei rivisto entrare in negozio dopo un po di tempo con la testa fasciata non so... fatto sta che spero con tutto il cuore che non finsica qua perchè veramente se ha un continuo me lo voglio godere proprio ! ahahha

    Ps: però la teoria che Zelig abbia scoperto il blog ci sta tutta !

    RispondiElimina
  11. utente anonimo10 luglio 2010 21:34


    Ma non puoi terminare il racconto così, ti prego...posta la seconda parte

    RispondiElimina
  12. Se non l'hai ancora rivisto, sicuramente tornera' a prendere l'orologio il tuo ultimo giorno di lavoro prima delle ferie, magari a cinque minuti dalla chiusura... oppure quando avrai gia' calato la saracinesca a tre quarti ... e ti dira': "Eh zio, ma non puoi riaprire un attimo per farmi prendere l'orologio? Cioe'... perche' e' da febbraio che me lo sogno, e devo partire con la mia tipa per Sharm..."
    :-D

    RispondiElimina
  13. utente anonimo20 luglio 2010 12:27


    si ma guardate qui:

    http://www.bruttastoria.it/dictionary/Bella_zio.html

    RispondiElimina
  14. ok, di tempo ne e' passato...sto tizio lo hai piu rivisto??!! :)

    RispondiElimina
  15. oddio che imbecille patentato! O_O
    ma che poi...come odio sto: bella zio!!! -.-
    mio fratello e i suoi amici si salutano così! e si chiamano tra di loro tutti zio!!! mi viene da piangere dalla disperazione!!! con tutti i bruchi che hanno nel cervello, ma perchè non ci vanno a pesca??? -.-"

    RispondiElimina