sabato 7 luglio 2012

La voglia

Sì, non scrivo su questo blog da 2 mesi. Sì, leggo i commenti e noto che vi mancano le mie mirabolanti avventure.
Il fatto è che negli ultimi due mesi non ho avuto un cazzo di voglia di scrivere qui. Nè di scrivere da altre parti.
Il lavoro mi ha decisamente esaurito, attendo con ansia la pausa di 20 giorni per Agosto, già consapevole che dopo 20 giorni la merda ricomincerà tale e quale.

Non è nè meglio nè peggio di prima, i clienti son sempre gli stessi, ho nuove favolose avventure da raccontare (l'orologio sott'olio! la rapitrice di bambini! gli sconticini! l'orologio di berlusconi!), solo che nn ho voglia di farlo, al momento.

C'è un afflusso tale di gente che in media ho un cliente ogni 5 minuti. Ormai 60 persone al giorno sono il MINIMO, non il massimo. Provate voi a intraprendere qualsiasi attività, e farvi interrompere ogni 3-4 minuti. Perderete il senno dopo una settimana. Un giorno sono stato chiuso per lutto, e quando poi ho riaperto ho fatto il record di sei anni di negozio. 92 clienti. Novantadue clienti serviti da solo, in un giorno.

Non ho voglia di sedermi e provare a scrivere due righe, perchè so che a metà della seconda, sarò interrotto. E la cosa mi snerva.

Quindi, sì, tornerò. Magari scriverò da casa. Ho tante belle foto per voi. Ma vederle in orari extra-lavorativi mi deprime solamente. Attendetemi il blog non è morto. E nemmeno io.

16 commenti:

  1. E noi stiamo qui ad aspettarti... :)

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata7 luglio 2012 13:24

    Forza e coraggio!!!!

    RispondiElimina
  3. Sono contento per te: pensa a tutti i negozianti che si lamentano di avere i negozi vuoti... fa piacere vedere, di questi tempi, qualcuno che invece ha il negozio pieno.

    RispondiElimina
  4. Resisti! A rileggerci a Settembre... ;)

    RispondiElimina
  5. Condoglianze per il lutto, ti aspettiamo

    RispondiElimina
  6. Mi spiace per il lutto!

    (p.s. ritengo che l'episodio dell'orologio sott'olio sarà notevole :D)

    RispondiElimina
  7. Amico, so che è stressante, ma il guadagno alla fine ti ripaga di tutto:

    Tu hai:

    -Attività in paese del Nord ricco
    -Poca concorrenza
    -Prezzo delle pile sui 5 euro a quanto ho capito (buon ricarico)
    -Possibilità di non cambiare le pile subito

    In Sudania noi abbiamo:

    -Attività in zone povere (tranne i gran visir delle vie dello shopping)
    -Un sacco di concorrenza (pure dei cinesi, io ne ho uno accanto e ormai le pile tanto vale che non le cambio)
    -Prezzo delle pile sui 3 euro, con i cinesi e i calzolai (!) che le cambiano a 2 (quelle che si scaricano dopo due mesi)
    -La pila, o subito, o niente.

    Vai tranquillo che hai trovato una gallina dalle uova d'oro, non è un voler svalutare il tuo stress, ma almeno quando alla fine puoi farti 20 giorni filati di ferie, il tutto viene ripagato. Goditi le ferie e facci sapere dell'orologio ad olio! saluti

    RispondiElimina
  8. p.s. mi discpiace per il lutto, condoglianze.

    RispondiElimina
  9. Probabilmente il negozio è piano di curiosi non di acquirenti.
    Sentite Condoglianze
    Sman

    RispondiElimina
  10. condoglianze silenziose :(
    torna presto
    slog

    RispondiElimina
  11. forza e coraggio da un collega udinese, certo lo stress pesa ma almeno hai lavoro continuativo che non va male di 'sti tempacci ;D
    Qui siamo nella stessa situazione, tanto lavoro per lo più piccolezze e rotture (non si fanno guadagnoni), ma almeno si lavora non si sta fermi.

    PS. io di sveglie sott'olio ne ho viste varie ;D ma orologi all'olio mi mancavano!!! Raccontaci

    RispondiElimina
  12. Fora..non mollare ;) Noi tanto siamo sempre qua ad aspettarti ^^

    RispondiElimina
  13. Orologio sott'olio?
    Beh, spero davvero che ti torni la voglia di scrivere (guarda, questo periodo dell'anno credo sia il più critico per queste cose... e proprio per la necessità fisica di un po' di vacanza da TUTTO!), perchè questa voglio proprio gustarmela... :)

    RispondiElimina
  14. Amigo, a prescindere che è un blog simpaticissimo e gli episodi che racconti sono veramente originali, come ti ha detto poco sopra "l'anonimo della Sudania" non esagerare con i lamenti!!!!! lavori in proprio quindi ti gestisci il lavoro, a quanto sembra hai poca concorrenza e a fine mese qualche soldino sicuramente lo vedi, se un cliente proprio non ti va lo puoi allontanare senza problemi, nulla ti vieta di assumere anche per qualche ora e per qualche giorno una commessa (magari carina così ti mette di buonumore)
    Mentre se facevi il mio.... dipendente comunale - 1250 euro al mese dopo 25 anni di servizio- allo sportello tutti i giorni con una media altro che di 1 ogni 5 10 min!!! - il cittadino non lo puoi buttare fuori neanche se ti offende pena sanzioni o di questi tempi, magari licenziamento - personale ridotto all'osso per cui ti tocca svolgere più mansioni (dopo l'orario del pubblico la mole di lavoro che ti hanno lasciato i gentili cittadini) - telefono che suona in contnuazione mentre sei al bancone cercando di far capire le cose ai "simpatici cittadini" (e le direttive sono ogni tanto rispondiamo anche al telefono!!!!!!) - e quest'anno per avere 2 settimane di fila di ferie in estate, i grandi capi hanno anche storto la bocca sennò chi ci mettono a ricevere?
    Come vedi ogni lavoro ha le sue beghe.... tienti su!!! magari per le ferie trova qualche donnetta e divertiti ciaooo
    Anonimo dalla Mezza Terronia (toscana)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, caro amico,
      ma quando arrivi ad un certo punto e non ce la fai più,
      (qualunque siano le motivazioni), serve a poco consolarsi pensando a chi sta peggio!!!
      Evidentemente a te non è successo e spero continui così.

      Elimina