venerdì 30 agosto 2013

68

Ieri, primo giorno di riapertura post-ferie, ho preso 68 pile da cambiare.
Sessantotto. Nuovo record assoluto.

Dopo le 45 unità, ho iniziato a prenderle per Sabato (due giorni di attesa), perchè non vorrei uccidere il tecnico, anch'egli appena rientrato dalle vacanze.

Diciamo che sono un po' demoralizzato da una portata tale di traffico, ma proviamo a tirare avanti, va.

(ricordatevi: le pile per me non sono "lavoro" e non costituiscono un granchè di incasso - fra le tasse e la parte al tecnico, ci faccio su circa 2 euro di guadagno. Che, ok, in tempo di crisi tutto fa brodo, ma credetemi se dico che il super-lavoro e lo sbattimento non vale la pena.)


18 commenti:

  1. E vabbè... del resto lo sapevi; a gennaio non c'era stata quella tua cugina che ti aveva augurato di cambiare tante pile, quest'anno? Sta avendo effetto, evidentemente.

    Consolati... più di metà dell'anno è passata, e dal gennaio prossimo l'effetto della sua profezia dovrebbe essere finito.

    RispondiElimina
  2. A 69 sarebbe stato ancora meglio a sto punto

    RispondiElimina
  3. ImpiegataSclerata30 agosto 2013 12:57

    Non oso immaginare quanti hanno tirato fuori la solita solfa "ma come, la pila non me la cambia subito?".
    Tanta solidarietà e si spera che le vacanze siano andate bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, almeno sotto questo punto di vista è andato tutto bene, sarà stato uno solo che non ha lasciato la pila, gli altri han tutti accettato senza problemi, compresi quelli a cui poi ho chiesto due giorni.
      Più che altro, sono state svariate le "drammatiche" storie di gente che mi raccontava che era venuta e io ero già chiuso e loro non sapevano che fare e son rimasti senza orologio e bla bla bla. Ma erano solo chiacchiere senza lamentela, volevano solo apparire come eroi che han vissuto senza orologio perchè io ho osato andare in vacanza. Io rispondevo con un "mmm-mmm. ah sì?", e non ascoltavo neanche...

      Elimina
    2. ImpiegataSclerata30 agosto 2013 21:07

      Meno male per le vacanze.
      Per gli eroi della pila... Da abbattere. Ci aggiungerei pure il tipo alla fermata dell'autobus (cellularemunito) che mi ha chiesto l'ora.
      Il "mmm-mmm. ah sì?" è la mossa giusta, pensano che li ascolti e taaaaaanto gli basta.

      Elimina
    3. che poi, mi chiedo, avendo ormai tutti un cellulare... è così drammatico rinunciare all'orologio per due giorni? no, dico...

      Elimina
  4. 2 x 40 pile (che dichiari di fare al giorno) sono 80 euro al giorno x 22 giorni lavorativi sono 1760 euro, scusa ho difficoltà a crederti che non ne vale la pena... Considerando che non si vende + nulla (un collega)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo non la dice lunga su quanto io sia disposto a sacrificare, pur di avere meno rotture di scatole? I soldi fanno gola a tutti, ma non di soli soldi si campa.
      Visto che ti piacciono i conti, considera che per avere 40 pile vengono circa 30 persone a portarmele. Il giorno dopo ho 30 persone a ritirare, e 30 a portare. 60. A questi aggiungi chi deve cambiare il cinturino, chi chiede informazioni, chi vole vedere, e chi compra. 80 persone al giorno come minimo, ormai. Tu sapresti gestirle, da solo? Quanto potresti tirare avanti a ritmi elevatissimi, scoprendo poi con dispiacere (sincero) che alla fine chi ci rimette sono i clienti a cui vendi merce, perchè li tratti con frettolosità perchè mentre tu "perdi tempo" a mostrare oggetti in vendita, si accumulano 5-6-7 persone a far pressione psicologica.
      Come si suol dire, "Prima di giudicare un uomo, cammina per tre lune nelle sue scarpe". Non contano SOLO i soldi nella vita. Potrei campare comunque con la metà, delle pile. Anche un terzo.

      Elimina
    2. ti rispondo io Orolofrust. Lo conosco quel detto e l'ho sempre seguito. Ma prova a camminare anche tu in scarpe altrui e scoprirai che diventa sempre più difficile comprare scarpe ;-) dappertutto e in ogni ambito.

      Anche quest'anno sto solo sulle spese e non sono andato in vacanza per tasse: pensa come sto fresco mentalmente ora... :-) Vado avanti perchè le scelte non sono molte: non so il cinese, non ho una laurea in chimica, non ho vent'anni e non ho un master in fisica quantistica.

      Eppure so che mi va di culo: qui c'è gente che chiude a raffica, gente che perde la casa, che va a mangiare alla Caritas...qui è una tempesta, my friend. Brutta e senza una fine prevista.

      I soldi non sono tutto, è vero, ma per dirlo li devi prima avere :-) pensa se non li avessi...diversa situazione, diverse opinioni :-)

      Stando al contatto col pubblico si diventa una calamita di energie negative e ti si prosciuga il cervello, lo so...farlo senza un ritorno stressa ancora di più, credici. Tieni conto che basilarmente facciamo una vita da Clerks, ma almeno con il coltello dalla parte del manico. Prova a pensare ai poveracci dei box informazioni ai centri commerciali...stai già meglio vero? Io sì....e son già venuti 2 coglioni a fare le foto agli orologi perchè poi se li vanno a comprare su Internet :-)

      E' frustrante cambiare solo pile, certo. Puoi fare anche una scelta di campo, non prenderle più in carico e delegare tutto a un altro, anche la presa in carico.
      Ma finchè c'è una schiera di vecchi benestanti e rompipalle che paga 5 ed è anche disposta a non farseli fare sul momento...ehi, lunga vita al vecchio rompipalle.

      Anche perchè di questo passo saranno l'ultima generazione che potrà economicamente permettersi di perdere tempo rompendo le palle al prossimo per una pila. Lunga vita ai maledetti, stay cool Orolofrust. Non abbiamo scelta: noi offrire, loro dare, arrivederci signora vedova ricca, non mi muoia che perdo un cliente.

      Waiting for the new FREAK STORY :-)

      Elimina
  5. è vero, Orolofrust, secondo me devi iniziare a riflettere su questo fatto delle pile, specie in considerazione del periodo che viviamo.

    Nessuno che io conosca può prendere semplicemente le pile in carico, farle fare al tecnico e venderle a 5 euro per una "base". Tutti devono farla subito e a 3 euro...e ciononostante non arrivano a farne 40.

    Suvvia lo stress c'è per tutti, ma per 1800 euro al mese, magari per te son pochi, ma ci sono altri che lo stress se lo beccano tutto e di soldi manco a parlarne.

    Sappi che oggi ho litigato per 30 minuti con 2 morti di fame 2 che hanno allagato un hip hop (corona strappata e rimesso in acqua= orologio divorato dalla ruggine) e ne volevano un altro a tutti i costi....sai quanto l'avevano pagato? 20 euro. Quasi a costo. Volevano "chiedermi i danni" (sic!) per 20 euro. Fai te. Lo sai quanto ho incassato oggi? 120 euro.

    Fatti i calcoli e vai tranquillo....potessi fare guadagnare 80 euro netti al giorno senza ruotare un fondello, ci metterei la firma. Non lamentarti sempre! Postaci qualche FREAK, piuttosto! Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi risposta sopra, per le pile. Per il freak, un articolo è mezzo pronto, fresco fresco di ri-apertura. Ma adesso le vostre considerazioni mi "costringono" a scrivere un post più serio, devo solo trovarne coraggio e tempo.

      Elimina
  6. Oh, ma dico, 68 pile in un giorno e normalmente 40? Ma hai preso in considerazione l'idea che tu vivi vicino ad una sorta di buco nero magneto-gravico che ingoia l'energia elettrica delle pile? Perché secondo me non c'è altra spiegazione che ciccioli fantascientifici, perché ci pensate che altrimenti parliamo di 240 orologi scarichi alla settimana, 960 al mese, 11.520 orologi l'anno? Ma in che cappero di quartiere vivi, i tuoi clienti portano orologi dal polso fino al gomito? Mirabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono due imprecisioni nella stima: diciamo che di pile, al mese, ne cambieremo un 720-750 (anche perchè lavoro 5 giorni, non 6, quindi già la moltiplicazione si riduce). Son comunque tante.
      L'altra imprecisione è sulla durata: ogni singola pila che metto (di marca e di qualità) DEVE durare almeno un anno e mezzo. Già dopo un anno (durata normale per orologi di oltre 10 anni di età) mi rompono le palle perchè "è durata poco e l'ho pagata tanto". Se le pile si scaricassero più velocemente, oltre alle 40 persone al giorno che portano le pile, avrei 40 persone al giorno che mi ammorbano e mi vogliono denunciare per "pila scarica fraudolenta".
      Semplicemente, sì, vivo in un posto assurdo dove sembra normale avere 7-8-9 orologi a testa, orologi in media da 20 euro sia chiaro, non da migliaia di euro.

      Elimina
    2. Adesso parlano tanto degli smartwatch, con pila ricaricabile che però durerebbe un giorno o due... Credo che il caos aumenterà.

      Elimina
  7. ma... Orologiaio, scusa (curiosità mia personale), ma se dici che le pile durano 1 anno e mezzo, perché io non le cambiavo mai?? Mi duravano non meno di 2-3 anni. Non ricordo nemmeno di averne cambiate più di un paio.
    Mi sa che aveva davvero ragione il tizio alternativo: si caricavano con la mia energia... Ed erano o Swatch o Fossil.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, credo che questa abbia 4-5 anni... com'è possibile... (swatch)

      Elimina
  8. e allora? nuovi post e nuovi freaks, please!

    RispondiElimina
  9. ciao, mi chiamo Ester Naressi ho 25 anni e vengo da Alessandria della Rocca provincia di agrigento, girgentiacque o come cavolo vuoi chiamarla. Comunque sono una studentessa di matematica al quarto anno fuori corso dell'università di Ioppolo Mincacchio (giancacccsio) e non riesco mai a fare l'esame per calcolare il coseno di icchissss e anche l'esame di fisssssssssssssssica su CULOmb, OMME e sul penTolo!!!!!! Ah, sì e poi ho un fratello chiamato Fausto e una sorella chiamata Keira.... orologiaio frustato, non dire che la tua vita è dura, la mia è anche peggio!!!
    Baci appiccicosi da ester naressi detta naresster di alessandria della rocca.

    RispondiElimina