martedì 6 novembre 2007

CASIO: il lapsus rivelatore?

Signorina sui 40. Piacente.


"Buongiorno, vorrei vedere un cazzo di quelli che ci sono in vetrina"


Trascorrono 3 secondi di gelo, in cui lei pensa "Ma davvero ho detto cazzo anzichè casio, o mi sono confusa?", e in cui io mi mordo la lingua cercando di fingee che sia tutto ok.


Alla fine optiamo per il "ah no, non è successo veramente", lei vede il suo orologio casio e se lo compra pure. Chissà per farci che ;)

8 commenti:

  1. utente anonimo6 novembre 2007 11:44

    "Signora, quelli in vetrina non sono un granche', ma ne avrei uno giusto dietro al bancone che le verrei mostrare e che farebbe proprio al caso suo..."

    Ehhh, Freud si che ce la sapeva!

    Lemmyfan

    RispondiElimina
  2. Io penso che tu sia sotto candid camera. Cazzo ci DEVE essere una spiegazione!

    RispondiElimina
  3. utente anonimo8 novembre 2007 13:32

    aaaaaaaaaaaaaahahaahahaha oddio!!!! non ci posso credere!!!!

    silvia

    RispondiElimina
  4. evidentemente era presa con il lavoro!

    RispondiElimina
  5. Secondo me voleva vederci "Le Ore"......

    :-))


    Bel blog , a presto !

    RispondiElimina
  6. utente anonimo9 novembre 2007 14:51

    PC1969, IL TUO COMMENTO è GENIALE.

    SILVIA

    RispondiElimina
  7. Ahh i lapsus :D Sono una cosa meravigliosa ;D


    Ho chiesto al mio "amico Puck" se ha fatto il cammino di Santiago e mi ha risposto di no. Attendiamo entrambi spiegazioni :P

    RispondiElimina
  8. Forse la signora aveva qualche "carenza" ^^

    Cmq molto bello il tuo blog.Non avrei mai pensato che anche la vita degli orologiai fosse così dura!

    Adesso ho capito perchè quando ho detto all'orologiaio di fare con tutta calma ad accorciarmi il cinturino dell'orologio mi ha guardata con le lacrime agli occhi!

    RispondiElimina