mercoledì 7 gennaio 2009

Primo giorno del 2009...




7 Gennaio, primo giorno di apertura del negozio. Fra ponti messi male, turni infrasettimanali, feste comandate, avrei dovuto aprire un giorno il 3 Gennaio, ma stigazzi, ho prolungato un po' la vacanza, che me lo meritavo. Ieri ero pronto ad aprire il negozio e spaccare di brutto, incassare bene, sorridere ai clienti. Beh, stanotte ho fatto un turno massacrante in ambulanza e ho dormito solo tre ore, e alle 6 di mattina lo spettacolo dall'ambulanza era questo.






E alle otto di mattina, tornato a casa, lo spettacolo era questo:




Stamattina sto chiuso. Vedrò oggi pomeriggio, le strade sono impraticabili (grazie Comune della mia città, che non hai sparso il sale!), c'è in giro poca gente. Ma quella poca gente, e non sto scherzando, sono solo tutti vecchi a piedi! Ma dove cazzo vanno tutti sti vecchi a piedi con 50 centimetri di neve sui marciapiedi?

Lo so io dove vanno... ora faccio un pronostico, lo metto in busta chiusa e lo consegno al notaio. Se la previsione si avvera entro cinque giorni, mi dò un euro dalla cassa del negozio, altrimenti ne dò io dieci alla cassa. Mi siete testimoni. Quando aprirò la busta, vi terrò aggiornati.

Ora auguro a tutti un buon 2009, e me ne torno a dormire.

13 commenti:

  1. Siamo almeno in due ad essere sepolti, tuttavia, viste le vacanze d'inferno che ho passato, questo prolungamento non mi dispiace per niente :P

    RispondiElimina
  2. Io prevedo che la loro destinazione finale, comunque, sarà l'ortopedico.


    m

    RispondiElimina
  3. Magari avranno indetto un torneo di briscola allo stadio comunale...

    RispondiElimina
  4. Non vedono l'ora di farsi sistemare l'orologio da te!

    Del resto sei stato chiuso tutto sto tempo... non si fa!

    Buon anno!!!

    RispondiElimina
  5. ok, nel pomeriggio son venuto al lavoro. inizia l'avventura lavorativa del 2009, incrociamo le dita, và!

    RispondiElimina
  6. Lo sò, lo sò,

    Verranno in questi giorni, massimo il prossimo martedì, chiedendo il prezioso cambio pila, esterefatti di aver trovato chiuso un giorno che AVRESTI DOVUTO LAVORARE!

    RispondiElimina
  7. zanotede... wow cnosci bene i MIEI polli. ho proprio scommesso quello: che prima o poi qualcuno mi farà pesare che io ero chiuso e che loro non hanno potuto cambiare la pila! :)

    RispondiElimina
  8. Buon anno! Eh anche tu però, stare chiuso il 3 gennaio, non si fa!!! ;-)

    RispondiElimina
  9. per l'anno nuovo ho espresso un desiderio per te... che in tutti gli orologi dei vecchi le pile si trasformino in batteria da pacemaker che durino all'infinito. ma avendolo descritto, ora il desiderio non si avvererà più.

    RispondiElimina
  10. Scommetto che quando hai aperto, con un giorno di ritardo, qualcuno te lo ha fatto notare... :)

    Un bacio!

    RispondiElimina
  11. Non avevo letto i commenti... qualcuno c'era arrivato prima di me, ahah! :)

    RispondiElimina
  12. utente anonimo10 gennaio 2009 19:23

    Sei volontario in ambulanza? Complimenti...nonostante il tuo sarcasmo sei un ragazzo di cuore. P.s. al mio paese sono venuti 140 cm di neve. La montanara.

    RispondiElimina
  13. bè,a varazze ha nevicato un giorno,ma era mista pioggia..quindi niente casini!

    I vecchi a piedi è un fenomeno legato alla demenza ,si chiama wandering o una roba simile,cioè il vagabondaggio degli anziani che camminano e camminano per tutto il giorno!

    Per fermarli cantar a loro:io vagabondo!

    RispondiElimina