lunedì 28 dicembre 2009

Natale 2009

Eccomi, perdonate il silenzio ma, come già l'anno scorso, in Dicembre non ho avto veramente tempo di usare il pc. Tendenzialmente poi, i clienti dicembrini sono un po' più svegli e meno dementi rispetto al resto dell'anno, e posso dire con soddisfazione che rispetto al Dicembre 2008, il mio incasso del mese è aumentato dell' 11%, alla faccia di chi mi vuole male o chi crede (leggendomi qua e non capendo niente dello scopo del blog) che io lavori da schifo.

Un ringraziamento al mio aiutante dicembrino, veramente ottimo quest'anno, che in pochi giorni ha imparato tutto il giro delle pile e a non impietosirsi nè incazzarsi davanti alle richieste "ma l'anno scorso l'avete fatta subito". Soprattutto quando ste richieste erano fatte con 6-7 clienti da servire...



Non sono mancati i casi umani, in Gennaio vi aggiornerò ad esempio su un "novello FBI" (stessa età, stesso interesse per orologi con bussola, ma questo aggiunge anche le caratteristiche di Rambo, nei racconti delle sdue avventure da solo in mare mosso a pescare le cozze - ed è anche già venuto 3 volte senza comprare niente...). Poi la signora che non capisce la differenza fra un orologio digitale e uno con lancette. Ma proprio la differenza di base: che uno ha le lancette, e l'altro no. Non la capiva.



Erigerò invece una statua a due compratori del 24 Dicembre:



- tizio sui 60 anni con alito pesantemente di vino, che deve comprare un orologio per il figlio. Dice che assolutamente vuole un Eco-Drive, guarda la vetrina per due secondi, punta il dito, mi chiede se è EcoDrive, allora va bene quello. Poi mentre lo tiro fuori (era pure 80 euro più economico del budget che mi aveva espresso!), mi richiede se è EcoDrive. Sì. Ma è citizen? Sì. Sìsì va bene quello. "Tanto è per mio figlio che fa il dottore", e mi fa il classico gesto toccandosi l'orecchio, volgare convenzione che è gay. Boh. Mi richiede se è Eco-Drive.

Alla fine lo prende, e si scusa se ci ha messo un po' di tempo a decidere.

Tempo della transazione: circa 3 minuti piuttosto esilaranti. Ma è ecodrive? :)



- Alle 19.19 del 24 Dicembre sta diluviando, il pomeriggio come vendite della vigilia è andato veramente male, il maltempo ha tenuto in casa i ritardatari. Tutti i negozi della mia via hanno chiuso, diventa anche poco sicuro tenere aperto, unica luce in tutta la via. Io sono abbastanza contento dei soldi incassati nell'intero mese, mi affaccio sulla porta, non si vede anima viva, prendo la decisione. Chiudo dieci minuti prima!

Tiro giù la saracinesca. Appena tocca il pavimento, qualcuno bussa alla saracinesca. Penso che fra poche ore nasce Gesù Bambino e non sta bene bestemmiare, poi penso che magari è un vicino di negozio che voleva farmi gli auguri. Tiro su... uno sconosciuto. Sospiro, apro...

Mi ringrazia di avergli aperto, mi dice se mi ricordo, era passato 3 settimane fa per vedere un casio con bussola, beh ok lo prende. E' in effetti il casio più costoso che ho in negozio, una edizione limitata! Quindi sono io a scusarmi, se avevo chiuso poco prima, ringrazio lui e gesù bambino per questo regalo in extremis... è stato un natale migliore!!!



Insomma, riassunto del mese: un sacco di lavoro, una soddisfazione monetaria. Si chude così il Natale, e mi sono fatto 3 giorni di festa - non mi fermavo dal 29 Novembre, iniziavo ad essere stanco...



Oggi sono tornato al lavoro. Senza aiutante (ahimè non posso permettermelo tutto l'anno), e senza l'illusione delle vendite facili. Quindi: apro alle 15.30.



15.31, si manifesta un vecchio, che vuole la pila subito perchè domani va in sardegna.

Beato lui... però ci andrà con la pila scarica.



15.50: un tizio vuole cambiare un orologio che gli han regalato e non gli piace. Non ha lo scontrino. Il tizio deve trovare la faccia tosta per chiedere lo scontrino a chi gliel'ha regalato, altrimenti nisba. Mi spiace, è la legge.



Ore 16.28, ora in cui invio questo post: ho preso 7 pile da cambiare per domani, due clienti sono andati via perchè la volevano subito, uno ha comprato un orologio da 50 euro perchè domani mattina viene a prendere l'orologio a cui cambierò la pila, ma nel frattempo non riesce proprio a stare senza sapere l'ora. Mi sono fatto lasciare due orologi non comprati da me, per accorciare il cinturino.



Bentornata, squallida routine quotidiana. Natale, mi manchi già...

 

11 commenti:

  1. ciao, scusa, mi presenteresti quello che ha speso 50 euro per 24 ore??? sto scrivendo un libro sui casi umani!
    ...oh anche io che di orologi ne uso pochi, ne ho un numero che mi garantisce che se anche si scaricasse qualche pila di sicuro non ne resto senza...
    e poi cacchio, qualche videoregistratore (adesso anche i decoder dtt) ce l'avrà che gli segna l'ora???

    RispondiElimina
  2. Ciao a tutti! Ho letto con simpatia la tua / vostra diatriba sul cliente rompiscatole del luglio scorso e mi ha divertito. Io sarei uno di quelli, con quelle fisime etc. etc. Sono però d'accordo che la gentilezza e la buona educazione sono fondamentali per tutti. Specialmente quando come cliente usufruisco dei servizi e della professionalità di una persona che mi tratta con gentilezza. Io amo gli orologi e una cosa così, lancette che si comportano in modo bizzarro o impreciso, mi farebbe diventare matto. Nei meccanici e automatici poi...inaccettabile ;-). Oggi mi hanno regalato l'orologio radio-controllato di cui tu parli e mi hai fatto venire un sospetto. E se il mio facesse anche così? Sono un perditempo? Può darsi. Ecco perchè ho bisogno di orologi. Comunque sia, ho scoperto una cosa interessante. In realtà l'indice dei minuti si sposta leggermente ogni 15 secondi. Così in un minuto la lancetta fa 4 movimenti. Casomai un altro rompiscatole venisse in negozio da te, sei avvisato. PS: Vivo anch'io nel Nord-Ovest. Speriamo d'incontrarci? Forse spererai di no, visto le fisime. Ma sono ben educato. Giuro! E potrei essere un buon cliente. Michelangelo

    RispondiElimina
  3. All'utente anonimo con le fisime, premetto che non uso orologi da polso ma se la tua lancetta dei minuti si sposta 4 volte in 60 secondi tu sei normale è l'orologio che deve essere controllato!

    RispondiElimina
  4. Ben tornato! E... tanti auguri! Che sia natale, S. Stefano o quel che è... non è mai troppo tardi!

    RispondiElimina
  5. d'altronde il tuo aiutante era anche un dirgente di pastarito pizzarito,almeno secondo il suo curriculum!

    ps:ma perchè quello dell'eco drive ci ha tenuto a farti intuire che il figlio secondo lui è gay?

    RispondiElimina
  6. Per l'anonimo del commento #3. L'orologio è a posto. E' la perversa logica giapponese. Nei meccanici e automatici la lancetta dei minuti si sposta gradualmente con il progredire dei secondi. Nei quarzo, normalmente, al compiersi del minuto facendo uno scatto deciso. In questo modo, penso, vogliono far sembrare il movimento più "fluido". Ai 30 secondi, ad esempio, avrai la lancetta già a metà fra un minuto e l'altro. Robe da malati, ma secondo me l'hanno fatto proprio per loro (me compreso ;-)). Per un2006pessimo, grazie ancora per i gustosissimi aneddoti. Hai mai pensato di farci su un libro? Lavoro in questo campo e secondo me, con un po' di lavoro editoriale ne uscirebbe una cosa interessante. Michelangelo

    RispondiElimina
  7. Manca anche a me il natale,ma al contrario a me i clienti deficienti si sono moltiplicati in questo periodo. Cmq anche se in ritardo tanti auguri a te e a tutti i lettori del blog. E buon anno.

    RispondiElimina
  8. utente anonimo4 gennaio 2010 10:43

    50 Euro per avere un orologio per 24 ore... Fossi in te penserei di fare un servizio di noleggio orologi: con un modico sovrapprezzo (5-10 Euro, magari a seconda del modello) puoi avere un orologio sostitutivo al polso mentre lasci il tuo per fargli cambiare la pila. Aumentano i clienti e sono felici di lasciarti il loro!

    Matteo

    RispondiElimina
  9. Quoto il Matteo qua sopra: ottima idea gli orologi a noleggio!

    Buon anno!!

    RispondiElimina
  10. E se il figlio fosse semplicemente un otorino?

    RispondiElimina