venerdì 7 settembre 2012

Orologio sott'olio

Entra un signore, con un sacchetto di carta in mano.
Dal sacchetto estrae un contenitore per alimenti a chiusura ermetica. Penso che lo abbia tirato fuori per cercare meglio nel sacchetto l'orologio che mi deve far vedere.

Invece no, apre il contenitore, e mi si apre un mondo.

Innanzi tutto un mondo di bestemmie, perchè il tappo del contenitore sgocciola immediatamente olio sul bancone. Non la cosa più facile da pulire, non la cosa più rituale da trovare sul bancone lindo di una orologeria.

Poi ok, mi si apre un mondo meraviglioso di inventiva.

Il signore mi spiega che era al mare nel weekend, e immergendosi gli è saltato il vetro e il gli è entrata acqua nell'orologio. Allora lui appena se n'è accorto, è corso a casa e ha immerso l'orologio nell'olio, per bloccare il processo di ossidazione causato dall'acqua di mare.

Adesso, immaginatevi il famosissimo personaggio della tipa delle poste de 'I Soliti Idioti', e con quel tono perplesso pensate a me che dico: "Nell'olio diceeee?"

 Sìsì, nell'olio. Olio di semi, mi specifica orgoglioso. Perchè blocca il processo di arrugginimento.
Lo dice così, senza porsi domande, senza pormi domande. E' un dato di fatto che l'olio blocchi la formazione della ruggine.

C'è un piccolo particolare. Magari lo blocca sulle palle di cannone. Magari lo blocca boh, sulla bicicletta. E magari lo blocca anche nei meccanismi dell'orologio. Il problema, è che un orologio non è fatto per essere immerso nell'olio. Non verrà mai più pulito!

Io non so cosa dire (in realtà saprei, e pregusto il momento di far delle foto al reperto, e mostrarlo ai miei tecnici), gli dico solamente di lasciarmelo che farò il possibile.

'Il possibile' consiste in fotografarlo, poi fargli fare il giro come un reliquario. Lo vede il mio tecnico delle pile e mi intima di non aprire nemmeno la scatola davanti a lui. Lo vede il tecnico di laboratorio e ci ride su. Lo porto anche al centro assistenza della marca dell'orologio, anche loro non vogliono crederci.

(Note alle foto: 1 - ho censurato la marca per proteggere la privacy dell'orologio. 2 - notate ovunque le macchie d'olio che cadono non appena si tocca la scatola 3 - notate la ruggine sul quadrante, segno che nemmeno l'immersione nell'acqua santa avrebbe potuto riparare l'orologio e bloccare la ruggine. Era già troppo tardi.)







La risposta è semplice: su un orologio immerso sott'olio, nessuno, NESSUNO vorrà nemmeno metterci mano. Vorrebbe dire buttar via l'intero banco di lavoro, tutti gli attrezzi, magari pure i vestiti che indossi!

Quindi, il cliente torna dopo una settimana, e apprende la notizia. Non la prende molto bene, per lui era naturalissimo immergere nell'olio l'orologio, 'tanto poi basta sgrassarlo'. Gli rispondo solo che no, non funziona così. E intanto penso a quanto ci ho messo a tirar lucido il bancone su cui il suo olio di semi aveva sgocciolato.


Riassumendo: DON'T TRY THIS AT HOME.
Se si bagna un orologio con acqua di mare, correte da un orologiaio. Non fate nient'altro. Non aprite l'orologio (a meno che non ne siate capaci), non immergetelo in acqua dolce, non asciugatelo col phon, non immergetelo nell'olio. Andate SUBITO da un orologiaio, per farlo aprire ed asciugare, e possibilmente riparare.

Io vi giuro che da nessuna parte su internet, su nessun forum dedicato agli appassionati di orologi, ho trovato il consiglio "mettetelo nell'olio". La cosa affascinante della storia, invece, è stata l'estrema naturalezza con cui il signore trattava la vicenda, come se fin dall'asilo si insegnasse alla gente a immergere nell'olio gli orologi bagnati.


27 commenti:

  1. ImpiegataSclerata7 settembre 2012 09:36

    Buahahahahahahahahahahahahahahah....
    Ora, seriamente... Un dubbio viene... Chissà che altro ha messo sott'olio di semi, durante la sua vita, riuscendo a salvarlo da morte certa...

    RispondiElimina
  2. E certo: 'tanto poi basta sgrassarlo'. Vorrei sapere con quale solvente miracoloso intendeva farlo! Se dai un Oscar per i clienti più assurdi questo è sicuramente in lizza per un primo posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'aveva detto sia quando l'ha portato quando l'ha ritirato, che tanto bastava sgrassarlo. Che problema c'è?

      Elimina
    2. con la coca cola si sgrassa benissimo :P

      E, per me, l'errore grosso è stato non metterci anche due funghetti ed una cipollina per assorbire l'acqua presente.

      Elimina
    3. Certo, magari con lancia e sgrassante.

      Che gente...

      Elimina
  3. Ma lo sanno tutti che funziona solo con l'olio d'oliva estravergine :-P

    Consolati da me uno ci ha messo il C.R.C

    Perchè dici che non è ripalabile? movimento nuovo, quadrante nuovo, sfere nuove.:-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scendendo nel tecnico, è proprio perchè quel movimento non esiste più, l'orologio avrà una quindicina d'anni. Quindi, di base, era impossibile trovarne i pezzi di ricambio.
      Senza contare che a sgrassare il cinturino, sarebbe stato impossibile ;)

      Elimina
    2. come la fai difficile.......prima un po' di pan grattato che assorbe l'olio poi un'oretta in forno a 120° oooops questa è la ricetta della cotoletta ho sbagliato forum....

      Elimina
    3. Per sgrassare l'orologio, è semplice: lavare con benzina... e asciugare con un fiammifero.

      Elimina
  4. Aspettavo di leggere questo post da quando l'avevi anticipato qualche settimana fa... è valsa la pena di attendere, è da Oscar (sto facendo fatica a trattener le risate, ma solo perchè la pupa è di là che dorme)!!

    Certo che il consiglio di anonimo di assorbire l'olio col pangrattato non è poi mica malaccio... :P

    RispondiElimina
  5. Mi sto veramente rotolando dalle risate... e si che pensavo di averne viste di assurde io... Congratulazioni, con questo cliente epico sei ufficialmente il re dei commercianti!!!!^^

    RispondiElimina
  6. sono 10 minuti che sto a bocca aperta!

    RispondiElimina
  7. Sbagliato! Sbagliato! E' risaputo che il miglior assorbente per l'olio è il BOROTALCO! Si spolverizza, poi una passata col piumino e voilà, nuovo e profumato!
    In effetti il primo commento dà da pensare... XD

    RispondiElimina
  8. Le soluzioni esposte finora offendono la morale e il buonsenso.
    Da noi in Terronia, gli orologi inzuppati li si avvolge direttamente in una pizza o in un panzerotto. L'olio protegge il meccanismo e il pomodoro evita l'ossidazione della cassa. La mozzarella fa da imbottitura contro eventuali urti.

    Purtroppo però c'è la concorrenza immigrata che usa i kebab. Per non parlare dei cinesi che mettono orologi guasti negli involtini primavera.

    P.S. comunque un "orologio sott'olio", per così dire, c'era per davvero...il Kienzle Deepest. Il tuo cliente ha soltanto applicato la stessa tecnica, forse un pò troppo alla lettera :-))

    RispondiElimina
  9. Patrick o Brian famoso scrittore di avventure di mare, scrive che il suo personaggio, ovviamente di fantasia, dott. Maturin, medico di bordo, scienziato e naturalista, privo di piede marino e quindi portato a cadere in mare, mette sempre il suo orologio in olio di oliva quando, cadendo in mare lo allaga. Probabilmente quel cliente è un assiduo lettore di O'Brian

    RispondiElimina
  10. Partiamo dal presupposto che l'orologiaio ha ragione, l'orologio allagato si porta in assistenza, stop.

    Ma visto che siamo qui al cazzeggio si può fare un ragionamento:
    L'olio è idrofobico. L'acqua si sarà ficcata in una miriade di minuscoli anfratti e l'olio impedirà che evacqui. Semplicemente le gocce d'acqua rimarranno dove sono, attaccate al metallo, e non potendo evaporare continueranno a massacrare le superfici a cui sono attaccate.
    Capitolo secondo, nel meccanismo di un quarzo ci saranno un'infinità di parti in polimero ed elastomero che verranno alterate dal prolungato contatto con l'olio, neanche un lavaggio a ultrasuoni in percloroetilene le potrà salvare.
    Capitolo terzo, a livello di cazzeggio, eh! Se si vuole fare un tentativo occorre piuttosto un solvente avido d'acqua, ma abbastanza inerte sui polimeri, il candidato ideale è l'alcool isopropilico. In teoria basterebbe una breve immersione e lasciare che evapori per eliminare ogni traccia d'acqua. (e già mi vedo: caraaa dove hai messo l'alcool isopropilico?) Questo non eliminerà il sale, che rimarrà ad incrostare il movimento massacrandolo. Quindi, al limite il Mc Gyver di turno ti avrebbe dovuto conservare l'orologio in una miscela di alcool isopropilico al 60% e acqua bidistillata, per travasarlo sotto i tuoi occhi nell'acool puro e lasciarlo evaporare, e consegnartelo per la pulitura finale. Degna di un film. :)

    Un'ultima cosa, una domanda per orologiaiofrustrato. Ma mentre questo signore ti esponeva la sua brillante trovata, non c'era dietro una fila di vecchi che annuiva plaudendo alla sua genialità?

    RispondiElimina
  11. io tutte le mattine prima di caricare l'orologio lo inzuppo in una tazza d'olio, dovreste vedere come si carica velocemente e senza rumore!!!! come dite??????? non si fa!!!! capite niente!!!!

    RispondiElimina
  12. OMG ho aspettato questo post con impazienza e adesso che l'hai pubblicato quasi non ci credo!!!Questo cliente è da premio nobel per l'ignoranza!!!

    RispondiElimina
  13. Incredibile !!!!!!!! orologio a bagno d'olio!! una cosa alquanto rara da vedere...
    se capitava a me di immergere l'orologio in acqua marina, sinceramente prima l'avrei sciacquato con acqua dolce corrente (magari sotto il rubinetto) poi una volta asciutto l'avrei portato dall'orologiaio... ma arrivare a quel livello bisogna essere campioni!!
    Ciao a tutti
    Anonimo dalla Toscana

    RispondiElimina
  14. Era un pò che non mi leggevo questo blog e ci trovo perle come questa! Fantastico continua così! Ciao!

    RispondiElimina
  15. LOL! Comunque per pulire il bancone bastava un pò di shampoo vulgaris e acqua. ;-)

    RispondiElimina
  16. olio e aceto, barattolo sterilizzato, e se lo conservava per anni! :)

    RispondiElimina
  17. Prima c'era quello che aveva messo l'orologio nella farina, ora questo lo mette nell'olio... il prossimo cosa farà, lo metterà direttamente in padella?

    RispondiElimina
  18. "come se fin dall'asilo si insegnasse alla gente a immergere nell'olio gli orologi bagnati.", qui rotolavo!
    Grazie, per le foto. Giornata migliorata!

    RispondiElimina
  19. Mc Giver livello EXTREME!!!! (della stronzaggine però)

    RispondiElimina
  20. Io lo avrei immerso nello WD40! :-D

    RispondiElimina