mercoledì 11 giugno 2008

Pubblicità occulta

Come sapranno i lettori più fedeli di questo blog, una notte a settimana metto su la divisa e faccio un turno sull'ambulanza. Ora seguitemi in questo piccolo sillogismo (in realtà è fallace, ma vabbè): l'ambulanza la usano più frequentemente i vecchi; molti vecchi vengono nel mio negozio; da qui consegue che: prima o poi porterò sull'ambulanza un mio cliente anziano (anche perchè onestamente, e seriamente, penso ormai di essere entrato in contatto con il 95% della popolazione over-70 della mia città - e dell'altro 5%, quelli chiusi negli ospizi che non possono uscire a farsi cambiare la pila subito, se ne occupa il mio amico Viga).


Ecco, stanotte mi chiamano per una tizia sui settanta che ha una colica renale... appena arrivo in casa vengo assalito dal figlio che in pieno "Rolando-style" (il vecchissimo personaggio di Aldo di aldogiovanniegiacomo) mi dice "Non ci posso credereeeeeee! Ma lei è quello dell'orologeriaaaaaa!". Questo mentre io cercavo di capire cosa avesse la madre e perchè urlasse così tanto. Poi mi avvicino meglio alla madre e lei anzichè spiegarmi perchè aveva dolore, mi dice "Oh ma lei è quello dell'orologeria, vengo sempre da lei!" e allora io, mentre le provo la pressione: "Ah sono contento che è una cliente!" e lei: "Sìsì vengo sempre a cambiare le pile" e io penso "Mmm, che cliente squisita, addirittura viene a cambiare le pile, non ha nemmeno mai comprato un orologio... scommetto che le pile le vuole subito... e io ho la sua vita nelle mie mani! Finalmente uno dei miei desideri è stato esaurito!".


Poi ok, essendo un gran professionista, in realtà l'ho calmata, ho comunicato i suoi parametri, e l'abbiamo portata in ospedale dove hanno diagnosticato, appunto, una colica renale. Mentre eravamo sull'ambulanza la tizia mi fa: "Dottore se mi fa passare questo dolore, poi vengo subito in negozio a comprare un bell'orologio".


Beh che dire: allora ok, speriamo che alla vecchia il male passi in fretta, e che veramente venga a comprarsi un "bell'orologio" come segno di grazia ricevuta.

Mi piace questa sorta di viral marketing, associare la mia faccia a chi fa sentire bene la gente, e convincerli che se comprano un orologio da me e non vengono mai più a cambiarsi le pile subito, staranno meglio per sempre. Nuove frontiere della pubblicità occulta!

13 commenti:

  1. eh,già quel 5 % che sono sotto le mie mani,ormai non possono più chiederti di cambiare la pila,si accontentano di chiedere a me di cambiargli il pannolone!



    RispondiElimina
  2. utente anonimo11 giugno 2008 09:54

    Viga, ma glielo cambi subito o ripassi il giorno dopo? (ok, era scontata, ma come farsela scappare quando te la servono cosi'?)

    P, allora da oggi posso chiamarti Dotto'?

    Lemmyfan

    RispondiElimina
  3. utente anonimo11 giugno 2008 10:46

    " e io ho la sua vita nelle mie mani! Finalmente uno dei miei desideri è stato esaurito!"


    ehm..stasera devo venire a casa tua o alla casa circondariale?

    sylvia

    RispondiElimina
  4. vieni pure da me, s, che poi ti porto a vedere il citofono del signor "il cane che tira le feci"


    (non fateci caso, è una battua interna a chi segue lo zoo di 105!)


    lemmyfan: viga e io infatti abbiamo una sorta di franchising "tutto per il giorno dopo". qualsiasi cosa è per il giorno dopo, fa niente che sia la pila o il pannolone, in questa città per gli anziani la legge siamo noi!!!!

    RispondiElimina
  5. assolutamente il giorno dopo,perchè di sera arriva il tecnico!^_^


    No,bè fa parte dell'igiene mattutina!


    RispondiElimina
  6. utente anonimo11 giugno 2008 12:53

    La gente è fondamentalmente cretina e quando si invecchia questa caratteristica diventa più evidente.Non credo serva aggiungere altro

    RispondiElimina
  7. Occhio però, se a qualcuno va male non è una bella pubblicità!


    Ci starebbe un bello spot in tv, tu che misuri la frequenza cardiaca d qualcuno guardando su uno dei tuoi orologi X°D

    RispondiElimina
  8. #7: ma che dici... per misurare la frequenza cardiaca c'è il praticissimo orologio con cardiofrequenzimetro! :) suppongo anche che sia addirittura più affidabile del saturimetro, visto che lo posizioni sotto al cuore e non su un dito.


    inoltre, dopo aver misurato la frequenza del paziente, l'orologio gli darà anche le calorie consumate e cose simili! :)

    RispondiElimina
  9. #9, lia: la controindicazione del tuo esempio di guerrilla marketing sarebbe che i rincojoniti poi verrebbero a chiedermi come mai non riescono a cambiare l'ora del loro orologio tatuato.

    oppure mi direbbero che è scarica la pila e che dovrei gentilmente cambiargiela subito tramite operazione ai tendini.


    good luck col tuo esame!

    RispondiElimina
  10. utente anonimo11 giugno 2008 23:01

    quanti anni hai?


    6 fidanZato?

    RispondiElimina
  11. utente anonimo12 giugno 2008 07:53

    sei così famoso che tentano di concupirti sul tuo stesso blog

    hahahahaha

    sylvia

    RispondiElimina
  12. ma no, per queste richieste c'è www.rimorchioalbuio.com :)


    Comunque, cacciatrici di dote, io non ho un soldo! Spero basti questo a rispondervi :P

    RispondiElimina
  13. E' vero! Cerotti con la pubblicità!!

    Ho già pronto lo slogan:

    "MISURA AL MEGLIO I TUOI ULTIMI ISTANTI!"


    copyright La Cassiera

    RispondiElimina