venerdì 19 marzo 2010

La mamma è sempre la mamma

Un paio di settimane fa è venuto un tizio sui 40 anni che aveva un problema con un orologio a cui aveva cambiato la pila pochi giorni prima. Semplicemente, ancora l'orologio ogni tanto perdeva il tempo, segno che c'è qualcosa che non va nel movimento, non è il caso di far tante storie.



Ma come sempre, la prima cosa da fare in questi casi, per i clienti, è dire che probabilmente la pila che abbiamo messo era già scarica, che forse l'abbiamo messa male, e in generale "che diavolo avete fatto al mio orologio, che prima andava benissimo". Il tizio in questione ha passato tutte e tre le fasi dell'offesa alla mia professione, ma ormai ci sono abituato, e di solito riesco a far intuire che l'orologio ha problemi di movimento, e che se vogliono va revisionato. Mi incazzo internamente, ma per ste cose, queste tre accuse, non mi scaldo più, le ignoro totalmente davanti al cliente.
Quindi, in un clima disteso, alla fine il tizio ha lasciato l'orologio per farlo revisionare, con una raccomandazione/supplica/minaccia:



"Mi raccomando, dovete metterlo a posto perchè a questo orologio ci tengo più che a mia madre"



Mi sono chiesto che mentecatto debba essere sto tizio, se tiene più ad un orologio da 280 euro, ancora regolamente in commercio e quindi non "rarissimo", che non a sua madre. Sta roba mi aveva colpito.



Beh, oggi indovinate chi è venuta a ritirare l'orologio riparato?
SUA MAMMA!
Avrei proprio voluto vendicarmi delle accuse rivolte al lavoro sulla pila, dicendo qualcosa su quanto il tizio tenesse a lei meno che sull'orologio. Sottolineando poi l'ironia di mandare mammina a pagare il conto.
Ma ok, sono un professionista, ho tenuto la bocca cucita. Le mie dita però han digitato sta storia. Il mondo doveva sapere :)

8 commenti:

  1. Povera donna. O no? Dopotutto quella "perla" d'uomo l'ha tirato su lei. Uhmmmm....

    RispondiElimina
  2. Dopotutto la mamma l'ha messo la mondo e DEVE tenerselo, una donna può scegliere... Sì di evitarlo come la peste.

    RispondiElimina
  3. Che razza d'uomo(se così si può chiamare).Ma forse la donna questo si merita per aver tirato su un figlio del genere....

    RispondiElimina
  4. utente anonimo19 marzo 2010 19:46

    ci tiene cosi' tanto che manda lei a ritirare l'orologio. Poteva benissimo farlo lui.

    RispondiElimina

  5. Ma la storia di Rambo quando ce la racconti???? :-D

    RispondiElimina

  6. Io ho una domanda precisa: Come hai fatto a non riderle in faccia?

    RispondiElimina
  7. economa: ho sorriso un casino, e lei l'ha preso come segno di enorme cordialità! :)


    elokia: arriva, arriva... stavo quasi aspettando di vedere quando torna, che ho avuto "solo" due avvistamenti, e questo è un personaggione, secondo me tornerà. ma in effetti sta storia ve la devo... perchè dovete sapere del modo in cui rambo pesca le cozze "da uomo a uomo in una vera sfida della natura" :)

    RispondiElimina
  8. Il modo in cui rambo pesca le cozze "da uomo a uomo in una vera sfida della natura"?

    Le và a pescare a Porto Marghera?

    RispondiElimina