martedì 30 marzo 2010

Totalmente Fuso

Ottimo, ottimo. Secondo cliente della giornata (entrato dopo 1,5 secondi dall'apertura della saracinesca), un pazzo totale, old-school, come non ne avevo da tempo.



Cinquant'anni, entra con un orologio a lancette impermeabile, di una marca che tengo anche io (costo 90 euro), con il vetro rotto.




"Oh, ma buongiorno signor?"

"p."

"Signor p, che piacere conoscerla, è la prima volta che vengo qui e spero che mi troverò bene!"

"Speriamo!"

"Ho questo profondimetro..."

"Erm, questo è solo impermeabile."

"Sì, ma io ci vado in profondità quindi è un profondimetro"

"Vada avanti, ok ok"

"Lo uso tanto in piscina, senza divento una furia, adesso è fermo, va cambiato l'accumulatore"

"La pila?"

"Ma no, è a carica solare"

"No, mi scusi... questo è a pila"

"Ma no, non l'ho mai cambiata, è a carica solare!"

"Si fidi, questi orologi li vendo: è a pila."

"Ma una pila può durare 4 anni?"

"Se è fortunato!"

"Sarà una pila atomica! Allora se è solo la pila, me la cambi!"

"Sì allora, me lo deve lasciare..."

"NO!"

"Mmm, sì, me lo deve lasciare, ma in ogni caso però deve anche sistemare il vetro, altrimenti si allaga se lo usa ancora in piscina."

"Ma io l'ho sempre usato in piscina ed è impermeabile!"

"Sì, ma non col vetro rotto! Sì può sistemare anche quello, lo mandiamo all'assistenza e via"

"Ah non me lo fà subito?"

"E' un lavoro complesso, e poi ci vuole il suo vetro..."

"Nono, io senza questo orologio non posso andare in piscina, mi tiene compagnia mentre nuoto!"

"Eh..."

"Ne ha uno uguale?"

"Aspetti che guardo."



Vado nel retro a cercarlo, forse ce l'ho, è un modello di 4 anni fa, ma fino a poco tempo fa ce lo avevo, stesso colore e tutto. Mentre frugo nelle scatole, lui si materializza accanto a me. Nel retro nel negozio, un posto inviolabile. Smadonno, smetto di cercare e lo allontano, tornando in negozio dicendo che non ce l'ho uguale.
Si deprime.



Vedo allora in vetrina lo stesso modello, ma con quadrante di un colore diverso. Gli va bene lo stesso, perchè la forma è uguale a quella del suo, che è un portafortuna. Ok se lo compra: botta di culo mia. Ma le perle non sono finite.



Mentre gli accorcio il cinturino, chiama qualcuno, e gli dice di richiamarlo. Suona il telefono: "Va pensiero". Risponde e chiede alla donna dall'altra parte, se è sicura che quello non è un orologio a carica solare. Si incazza pure, dicendo che il regalo l'ha comprato lei e queste cose le dovrebbe sapere. Chiede a lei se è normale che una pila duri quattro anni. Conclude che allora usa una pila atomica. Dice che comunque ha trovato il suo fratello gemello, per fortuna perchè lui in piscina senza quell'orologio si sente perso, non riesce a nuotare senza il suo compagno di mille nuotate. Non sto scherzando, ha detto tutte ste minchiate al telefono!



Porto l'orologio a misura, lo prova, paga, e mi lascia quello vecchio comunque da mettere a posto. Mi chiede anche di fargli vedere dov'è la pila. Gli indico il fondello: 'è qui dietro'. Lui vorrebbe che lo aprissi per fargli vedere che c'è la pila, ma niente, c'è altra gente in negozio, non mi metto ad aprire casse a vite.



Si avvicina alla porta, e mi lascia un ultimo monologo: (NB: l'orologio che ha preso è identico a quello vecchio, solo che ha il fondo nero anzichè azzurro)

"Speriamo di farcela con questo al polso, mi mancherà quello che le ho lasciato, la prego lo metta a posto. Sa io faccio fatica ad abituarmi alle novità, infatti non mi sono ancora abituato ai negri perchè sono una cosa nuova, diversa. Ma io sono xenofobo, ho paura del diverso, non sono razzista, razzista è anche offensivo, xenofobo è la parola giusta, e va bene"



Uhm, ok, va bene, ciaociao.



Allora, nel soggetto noto: xenofobia, suoneria del cellulare di giuseppe verdi, difficoltà di apprendere nozioni semplici ("col vetro rotto si allaga", "è a pila"), e sospetto una propensione ad assumere sostanze in polvere. Una conclusione la lascio ai più politicizzati fra voi.




ps: c'è anche da notare che questo era il secondo cliente della settimana. il primo, entrato insieme a lui circa 0,5 secondi da quando ho tirato su la saracinesca, una coppia di quasi novantenni che si lamenta che non sentono più la suoneria dell'orologio digitale - e la colpa è sicuramente mia, visto che ho cambiato la pila settimana scorsa, e prima sicuramente il suono era in stile campana del duomo. Liquidati.



ps2: e nel frattempo, in 20 minuti di apertura, ho servito questi casi umani, e preso 4 pile da cambiare e un perno da fare.
Buongiorno, Martedì. Ti odio.

21 commenti:

  1. La pila atomica, eccerto.
    E poi dai, perchè un orologio dovrebbe annegare solo perchè ha il vetro rotto?

    Possibile che non lo hanno ancora internato?

    RispondiElimina
  2. E... Quand'è che dovrebbe venire a ritirare il suo orologio profondimetro dalla pila atomica portafortuna?

    RispondiElimina
  3. impiegata: dalle ultime cose che ha detto, mi viene da pensare che sia seguito da qualche specialista. altrimenti un discorso così filato non lo farebbe. credo che al di là del personaggio, sarebbe giusto portargli rispetto: non mi parei il solito rompicoglioni, quanto più una persona innocua con qualche problema mentale di cui è cosciente.
    mai visto "a beautiful mind"?

    RispondiElimina
  4. sinceramente, io penso che lo specialista che lo segue gli dia delle dosi che si trovano in bustine e pesate a grammi. è quel tipo di specialista che si trova nei parchetti, ma spesso ormai anche con il numero giusto negli uffici.
    i "sintomi" c'erano tutti.

    RispondiElimina
  5. Stellaerratica, pure io sono in cura ma non vado in giro a rompere al prossimo.

    RispondiElimina
  6. Impiegata, perdonami, ma vorrai paragonarti mica ad una persona che magari è malata seriamente o che ha patologie gravi?
    Magari è solo un rompicoglioni e basta, ma a me è parso che sia invece malato. E non tutte le patologie mentali sono uguali: quello del piano di sotto al mio è matto davvero, rompe davvero tanto ma tanto ma fondamentalmente resta un innocuo importunatore.
     
    Ma forse non mi sono spiegata sul cosa intendevo.

    RispondiElimina
  7. Questo tizio, secondo me, dovresti considerarlo un degno sostituto di FBI...vuoi mettere se questo ti diventa un habituè? Le perle che non ti tira fuori? Ci manca solo che si metta parlare come un "cuimenda" e abbiamo trovato una macchietta degna di tale nome! Lo si potrebbe proporre allo Zoo di 105 come "Bastardata del giorno" o "Test idi Personalità".
    A parte gli scherzi...se hai delle telecamere ok, altrimenti almeno una webcam per immortalare le sparate di questo ci vorrebbe. SOprattutto perchè non vorrei mai che diventasse molesto.
    La cosa migliore è stata quella sulla xenofobia, sì, fa meno brutto che dire razzista, eh già...come no!
    Ciao SIGNOR P. ^_^

    Libraio

    P.S.: Uh figata, adesso ho anche io l'account splinder...mi firmo col nome...figataaaaaa!

    RispondiElimina
  8. Certo, sono in cura per hobby, và tanto di moda.

    RispondiElimina

  9. eh certo il termine razzista non va bene, ma negri sì. che testa di minchia (atomica)

    RispondiElimina
  10. utente anonimo30 marzo 2010 22:34

    Santo Iddio......ma c'hai na' calamita per sti personaggi te Pero'!
    Ahahahahahaha......scherzo eh!
    We , ma Rambo che fine ha fatto????
    Ciao

    HAILLWOOD75
    www.smartroadsterfriends.forumfree.net

    RispondiElimina
  11. E' vero, le mirabolanti avventure di Rambo e della pesca estrema delle cozze?

    RispondiElimina
  12. utente anonimo31 marzo 2010 10:54

    favoloso!!
    fiumerosso

    RispondiElimina
  13. Chissà da che pianeta viene ! ahahah

    CassieraMarcella
    de " Il cinema ti guarda "

    RispondiElimina

  14. Mi raccomando signor P, facci sapere cosa succede quando torna a riprendere il suo profondimetro atomico!

    E raccontaci di Rambo!!!!! Dai!!!!

    RispondiElimina
  15. utente anonimo1 aprile 2010 23:16


    "non mi sono ancora abituato ai negri perchè sono una cosa nuova, diversa. Ma io sono xenofobo, ho paura del diverso, non sono razzista, razzista è anche offensivo, xenofobo è la parola giusta, e va bene"


    Storia inventata.

    RispondiElimina
  16. utente anonimo2 aprile 2010 13:04


    Scusa... Sempre Fyaa
    ;)

    RispondiElimina
  17. utente anonimo2 aprile 2010 16:35

    anonimo #20: vaffanculo a te e alla tua supponenza. da cosa deduci che sia falsa, di grazia?



    Da questa risposta che conferma.

    RispondiElimina
  18. ma cosa nn ti quadra, che uno nel 2010 usi la parola negro?
    o che uno nel 2010 sappia ancora il significato di xenofobo?
    e che uno sia così ignorante da usare la parola negro, e al contempo così colto da sapere la parola xenofobo?

    comunque oh, pazienza, non leggere più questo blog pieno di menzogne.


    RispondiElimina
  19. orologiaio: è evidente che questo anonimo non ha mai lavorato in un negozio. se venissero da te solo pazzi, o scriveresti il triplo o non scriveresti più perché saresti alla neuro o perché ormai sarebbe la normalità.
    il fatto che ci siano così tanti che paiono assurdi, è semplicemente perché ognuno dà per scontate tante cose e non riflette -da cliente non lo faccio sempre nemmeno io- su dinamiche e situazioni.
    proprio per il discorso sull'essere xenofobo io basavo la mia disquisizione precedente. i matti non sono per forza scemi.

    RispondiElimina
  20. utente anonimo25 gennaio 2011 16:32

    "fa" non va con l'accento, tranne quando è un imperativo: es. Fa' la cosa giusta, in quanto si tronca la i finale...e comunque quando sono passato per quell'orologio la faccenda non si è svolta proprio in questi termini...comunque...
    PS non sono leghista...

    RispondiElimina