martedì 20 aprile 2010

Rambo.

Sì, è giunto il momento di parlare di un altro "personaggio". E' da Dicembre che a volte lo nomino, ma non ne ho mai parlato approfonditamente perchè alla fin fine è venuto in negozio solo due volte, la prima in Settembre e l'altra in Dicembre, aveva tutte le caratteristiche di essere un malato mentale come FBI, ma non è tornato (per fortuna mia e sfortuna vostra).
Insomma attendevo una sua avventura fresca per raccontarvi tutto di lui, ma ormai è tempo perlomeno di spiegarvi bene chi è e cosa fa questo arzillo settantenne, che chiamerei Rambo.

L'arzillo settantenne era venuto in Settembre a chiedermi un orologio con la bussola digitale. Fin qui tutto ok, che ci crediate o no, questo tipo di orologi tira molto fra gli ultrasettantenni, forse perchè nelle loro giornate libere (ovvero sempre), amano vagare per le montagne in eccitanti escursioni.

Gli avevo mostrato un paio di modelli semplici, e lui ne ha approfittato per dirmi perchè cercava un modello con la bussola: pochi giorni prima si era trovato in macchina in un bosco in Francia, e aveva seguito qualche stradina e si era perso. Quindi, il suo ragionamento è che se avesse avuto dietro una bussola, sarebbe riuscito a tornare a casa, perchè sapeva che rispetto al confine Francia/Piemonte l'italia era a est, e quindi bastava andare sempre verso est, e si sarebbe trovato il confine.
Ecco, già questo ragionamento fa acqua da tutte le parti, ma se il cliente vuole una bussola, io gli dò una bussola.
La chicca poi arriva quando mi dice che lui il navigatore satellitare in macchina ce l'ha, però non si fida, preferirebbe la bussola.
Ripeto: questo ragionamento fa acqua da tutte le parti, ma se il cliente vuole una bussola, io gli dò una bussola.

Alla fine però, non ha comprato. Non ricordo perchè, ma mi aveva portato allo stremo delle forze, in venti minuti di chiacchierata con interesse pari a zero.

Gli avevo detto mentalmente addio.

Ma in Dicembre rieccolo. 
Si ripresenta e tira fuori esattamente la stessa storia della bussola e della Francia. Il ripetere parola per parola delle cazzate lo fa entrare direttamente nella mia categoria dei "personaggioni che i rompono le balle ma che renderanno interessante il blog".
Qui però subentra un errore umano madornale. In Dicembre c'era un amico a darmi una mano con le vendite. Il mio amico è un amante delle chiacchiere, e quindi dimostra interesse verso questa fantastica storia del vecchio perso nel bosco francese, e quindi gli dà corda (in quel momento non c'erano altri clienti). Dopo aver terminato con la storia del bosco, il mio amico gli dice che è bello in gamba (forse non ha capito che il tizio era nel bosco in macchina!!!!), e il vecchio si sente protagonista e dice che quella era una avventura da niente (perdersi in macchina è una "avventura"?).

E attacca ricordando di quando aveva 40 anni, di quando nuotava per pescare le cozze, in compagnia di amici.
Però non le pescava come fanno tutti, perchè alla fin fine anche la cozza è un essere vivente, quindi ci deve essere una sorta di caccia alla cozza, altrimenti non è giusto, ed è troppo facile andarle a staccare dagli scogli.
Quindi lui e i suoi amici aspettavano che il mare fosse burrascoso, poi si tuffavano e andavano vicino agli scogli a prender le cozze. A mani nude. Si facevano un male della madonna, ma almeno la lotta fra uomo e animale era alla pari: loro erano attaccate agli scogli ma il mare e gli scogli le difendevano.

Badate bene che ho riportato sostanzialmente il monologo parola per parola, con tanto di epiche immagini di mare in tempesta e lotta "uomo contro animale" (UNA COZZA!).

Mi mancava solo che dicesse che ai suoi tempi i fossi si saltavano per il lungo, e sarei stato a posto. Quindi, fingo di aver da riparare degli orologi e mi congedo, perchè già son passati venti minuti dal suo ingresso, e lui non dimostra interesse verso l'acquisto dell'orologio con la bussola.

Dal retro nel negozio, sento che anche il mio amico logorroico non ce la fa più, ormai dice continamente sisisisi ma non segue più il discorso, che prende altre pieghe eroiche tirando in ballo le mangiate in spiaggia dopo la pesca...

Alla fine il mio amico viene salvato dall'ingresso di un'altra cliente, e Rambo se ne va. Ovviamente senza mostrare nessuna voglia di comprare l'orologio.

Che te prendano i vietcong, Rambo! O che una cozza abbia la meglio su di te, prima o poi!


9 commenti:

  1. Mi sa che ha picchiato la testa contro gli scogli una volta di troppo mentre cercava di catturare quelle cozze

    CartolaioMatto

    RispondiElimina

  2. P. questo è in assoluto il mio preferito...i vecchietti che sparano cazzate, palesemente inventate mi fanno impazzire. Starei ore ad ascoltarli, solo per il gusto, ad un certo punto, di sfotterli apertamente smascherando le loro minchiate...che invidia, ne avessi io di personaggi così in libreria!
    Mwahahah ^^
    Uh giusto...ricordati che mi sono legato al dito quella del commento che mi hai lasciato per la nonnina...ti troverò prima o poi...stai sicuro...e porterò con me FBI e RAMBO insieme, guerra aperta tra RAMBO e GOVERNO U.S.A.

    CHE STORIAAAAAAA! Ah ahaha ^^

    Ciao bello!
    Libraio

    RispondiElimina

  3. che eroe!!!!! un cacciatore di cozze.... quasi quasi mi innamoro!

    RispondiElimina

  4. UNA COZZA!
    AHAHAHAHAH!
    Mi hai fatta morire... :)

    RispondiElimina
  5. la cosa importante è che abbia stremato pure il nostro amicissimo logorroico.Forse è una lezione morale per il nostro amicissimo logorroico,al fin di fargli capire quanto ci rompe i coglioni con le sue storie di lattuca e prosciutto e mellone!

    RispondiElimina
  6. Certo che un tipo di così, se si fida di se stesso e dell'abilità personale ad orientarsi utilizzando una bussola ...
    Potrebbe fidarsi tranquillamente anche di un navigatore satellitare ...
    (poi probabilmente alla fine era lì solo per trovare il pretesto per raccontare le solite storie di gioventù ....)

    RispondiElimina
  7. aheuaheuaheueah senti ! il tuo amico se l'è cercata pero! ahahaha 
    Dio santo qui tra FBI, rambo e quello che si affeziona agli orologi mamma mia mi sento male dal ridere.. ahahahahha il pezzo più bello è stata la caccia alle cozze.. la lotta da pari ahauehua ok basta che se mi vedono qui alla cassa ridere da sola mi fanno entrare in qualche blog anche a me !!

    RispondiElimina
  8. utente anonimo21 aprile 2010 23:23


    Zio mio mi son ribaltato sulla sedia alla storia "uomo contro cozza" bwahahahahahahahhahahahahahah!!

    P. un giorno o l'altro dovresti riversare il tuo blog in un libro....sarebbe un best seller!!!

    HAILLWOOD75
    www.smartroadsterfriends.forumfree.net

    RispondiElimina
  9. utente anonimo26 aprile 2010 20:01

    Arriveranno anche gli altri quindi??!!!
    P. sei spacciato!! :D

    HAILLWOOD75

    RispondiElimina