giovedì 10 maggio 2007

La bici

Questa storia non è capitata nel mio negozio, ma fuori dal negozio e a una mia cliente. E' spassosa e ve la riporto per farvi dire "ma che ca**o di gente c'è in giro???".



Ieri mattina arrivo in negozio e noto che appoggiata al muro fra due vetrine c'è una bici. La noto più che altro perchè praticamente tutta la ruota anteriore copra parte della vetrina, e mi scazza un po', ma vabbè, penso che sia qualcuno andato alla latteria qui di fronte o dal panettiere più in là. Passa tutta la mattina e la bici sta lì, è legata solo a sè stessa (insomma se uno la prende in spalla se la porta via). Quando torno dalla pausa pranzo la bici è ancora lì, e per evitare che i clienti scappino dalla mia vetrina perchè c'è la bici molesta in mezzo, la prendo in spalla e la sposto nel muro accanto, fra me e un altro negozio, dove non dà fastidio. Alle 7 di sera il lattaio viene e mi dice che non sa di chi sia la bici, ma per evitare che la notte la rubino, la porta nel suo cortile. Ok, non me ne frega niente ma ok.



Stamattina: arriva una cliente che due giorni fa era passata per informarsi su un orologio, è venuta a comprarlo. Appena entra in negozio dice "Oddio ho un flashback, ho lasciato qui la bici l'altro giorno, ora me l'hanno rubata!!!".


Io con la pazienza di giobbe le dico che la bici l'ha "ritirata" il lattaio, perchè era stata qui tutto ieri.


Lei dice che allora l'altroieri quando era venuta da me per informarsi sull'orologio, l'aveva dimenticata lì ed era tornata a casa a piedi!



Rileggete la frase: la tizia si era scordata del mezzo di locomozione con cui aveva raggiunto il negozio, è tornata a casa a piedi, e non si è nemmeno accorta il giorno dopo di aver dimenticato la bici... se n'è ricordata solo oggi perchè è tornata nel mio negozio!!! In sto giorno e mezzo è andata in giro a piedi come se niente fosse!


Mamma mia che gente c'è in giro. E dire che la signora avrà 45 anni a dir tanto, piuttosto benestante, NON rompiballe. Ma fuori di zucca.

8 commenti:

  1. utente anonimo10 maggio 2007 12:31

    demenza senile precoce

    durpes

    RispondiElimina
  2. minchia, io pensavo di essere stordito...

    RispondiElimina
  3. ahahaha ma ora ricordarsi una cosa equivale a "avere un flashback"?

    RispondiElimina
  4. il fatto è che è benestante..quindi figurati varà un sacco di bici !

    RispondiElimina
  5. utente anonimo6 ottobre 2007 09:25

    A parte l'episodio divertente, non e' che sia una cosa poi cosi' strana. E' successo a un mio collega, che solitamente arrivava al lavoro in treno di arrivare in macchina. Si incazza tutto il giorno con il capo, e nell'incazzatura e' tornato a casa in treno ...

    RispondiElimina
  6. utente anonimo14 marzo 2008 15:35

    no no guarda che una signorina di nostra conoscenza di nome alessandra ha fatto ben di peggio con la sua autovettura....ahhahaha

    RispondiElimina
  7. Beh, a dire il vero, è successo anche a me, anni fa.. Preso da mille cose da fare, mi sono completamente dimenticato la bicicletta fuori dal lavoro.. Me ne sono accorto la mattina dopo, quando l'ho cercata per andare a lavorare. Naturalmente, son anche arrivato in ritardo..

    RispondiElimina