giovedì 28 ottobre 2010

La Garanzia

In tutti questi anni, raramente ho parlato delle garanzie degli orologi. Una nota semplice: gli orologi hanno garanzia di due anni, e per far valere la garanzia non c'è bisogno nè di tenere lo scontrino, nè di spedire niente - l'importante è conservare il libretto che viene timbrato dal negoziante, con data e modello dell'orologio. Non serve nient'altro. Nemmeno lo scontrino, no. Serve quel cavolo di libretto.

Ora. La maggior parte dei clienti, appena apre la scatola di un orologio, prende il libretto e lo butta via. Lo deduco dalla quantità di persone che mi porta orologi in garanzia, ma senza la garanzia. 
Diciamo che le case di orologi non stanno a sottilizzare, le cose sono o bianche o nere, o sono 0 o sono 1 (gli utonti non capiranno), o hai la garanzia o non ce l'hai.

Ma ovviamente se uno butta via la garanzia e la casa gli dice che non gli aggiusta l'orologio in garanzia, la colpa è sempre MIA, che non so metterci una buona parola (è chiaro che di solito telefono al Signor Casio in persona in Giappone per raccomandarmi di fare un orologio in garanzia!).

Oggi si è toccato il top, in fatto di accuse campate per aria.
Tizio mi ha portato un orologio dicendo di averlo comprato a Natale, e adesso non funziona. Gli dico che non ci sono problemi, se mi porta la garanzia lo sistemano senza pagare niente. Mi dice che la garanzia forse non ce l'ha. Lo mando a casa dicendo di guardare bene, che è importante.

Torna dopo due ore, dice che la garanzia non ce l'ha. Gli dico che questo è un problema, perchè la casa di orologi vuole la garanzia, il libretto timbrato. Lui dice che ha buttato via tutto, e che comunque siccome l'orologio l'ha comprato da me, sono io che devo fare la garanzia e tenerne conto.

(Al di là dell'incomprensibilità del messaggio...)

Gli dico che è sua responsabilità conservare la garanzia, gli è consegnato un libretto apposta. Senza garanzia, la riparazione va pagata. Niente, voleva ancora avere ragione lui, ma io avevo smesso di ascoltarlo, non riporto nemmeno i vaneggiamenti successivi. Alla fine si è portato via l'orologio, assieme al numero del centro assistenza che gli ho consigliato di contattare per spiegare la sua  situazione (il risultato sarà un bel due di picche).

Di solito se ne fanno una ragione, si rammaricano del fatto che son dei cretini a buttar via una garanzia... e invece questo dava a me la colpa di non aver conservato la garanzia... Vabbè. Se vuoi odiare ciao, fai pure "ahh". Però che noia.


9 commenti:

  1. il top si raggiunge anche quando un orologio va fuori garanzia. Esempio un mio cliente è venuto con l'orologio e la garanzia ma casualmente un 1 indicando gennaio si era trasformato in 10 indicando ottobre.Ma l'emerito coglione aveva dimenticato di togliere lo scontrino spillato alla garanzia....

    RispondiElimina
  2. utente anonimo28 ottobre 2010 10:37


    Una volta un centro assistenza ha accettato da un mio cliente un'autocertificazione! Al cliente, sprovvisto di scontrino e di garanzia, è stato sufficiente attestare di suo pugno l'acquisto del proprio orologio avvenuto qualche mese prima... salvo poi presentarsi al ritiro dell'orologio con la garanzia, poi magicamente ricomparsa!

    RispondiElimina
  3. utente anonimo28 ottobre 2010 11:01

    chiedo scusa per gli errori di battitura
    s.

    RispondiElimina
  4. dopotutto è la nazione del popolo delle libertà,mica cazzi!

    RispondiElimina
  5. Per il pubblico, uno dei responsabili dell'inconveniente, è sempre colui che eroga il servizio.
    (chissà poi dove l'hanno letto questo ...)

    RispondiElimina
  6. ...quando uno è imbecille, è imbeccille... -.- io mi conservo pure la plastica, di quello che cmpro!!! >__>" bah... :(
    comunque sappi che ho bisogno di un orologio!!! XD posso venire da te? così ti faccio esaurire un pò! XD
    scherzo! ;)

    RispondiElimina
  7. Tu sei sicuro che questo tizio non chiamera' il centro di assistenza inventandosi non so quale scusa per tirarti nel mezzo? I miei utOnti, in genere, per questo sono bravissimi...

    Bitmover

    RispondiElimina
  8. piu ti leggo e piu mi vien voglia di aprire un blog.... ti scrivo una chicca accaduta in negozio a luglio

    Prendiamo degli orologi di gomma che in estate vanno tantissimo, i plastichich. Questi orologi digitali sono in silicone e dietro c'è la cassa d'acciaio. Vendo uno di questi, dopo una 20ina di giorni entra una tipa, tutta incazzata. "BUONGIORNO, IO HO LA GARANZIA, QUESTO OROLOGIO VEDI CHE COSA è SUCCESSOOOOOOOOOOOOOOO"

    "signora scusi, ma cosa è successo???"

    "MA IO HO LA GARANZIAAAAAAA GUARDAAAAAAA SUL FONDELLO!!!!!!"


    Prendo in mano questo orologio, a me la prima cosa che salta all'occhio è il vetro di plastica mezzo spaccato,  mentre la signora continua a ripetere ipnoticamente "LA GARANZIAAA LO SCATOLOOO LO SCONTRINOOO HO TUTTOOOO" e vedo il suo GRANDISSIMO PROBLEMA: macchie di polvere e di sudore, quelle schifosissime incrostazioni che si fanno quando si porta per mesi sul polso (e l'avevo venduto 10 giorni prima). Al che, prendo un fazzoletto.... 30 secondi e l'orologio è pulito. La signora mi guarda, stupita, ed esclama "bè dai, è normale che tu hai risolto il problema... è il tuo lavoro!!" e va via.

    Quesito da un milione di dollari: se l'orologio funziona, non ha problemi, solamente tuo figlio l'ha mezzo distrutto.... xkè chiami in causa la garanzia?! La garanzia copre i difetti di funzionamento... mica la sporcizia che ci fai o se lo prendi a calci?!

    RispondiElimina
  9. Il sistema binario! ;-)

    RispondiElimina