venerdì 2 maggio 2008

La Sorpresa

Vecchia signora (75 anni? 80?) entra con un sacchetto del mio negozio.


"Buongiorno, ho qui un orologio che ho preso da lei il mese scorso per la comunione di mio nipote (-lo tira fuori, è ancora impacchettato!-) glielo devo dare domenica, ma mi sono scordata che tipo di orologio è, possiamo guardarlo insieme e mi dice come funziona?"

"Ma... lo devo scartare io?"

"Sì... mi scusi eh ma non vorrei fare brutta figura quando lo apre, se non so come funziona!"


Vabbè insomma, era un normalissimo orologio con le lancette che segna ora e data, nessuna funzione speciale, non è che la vecchia dovesse spiegargli niente. Dopo trenta secondi era già soddisfatta della scelta fatta un mese fa e io stavo riponendo per la seconda volta l'orologio nella scatola.


...E io ho dovuto rifare tutto il pacchetto, con carta nuova e tutto. Che scocciatura.

12 commenti:

  1. Una mese fa mio padre è andato in pensione, e quale regalo migliore per un neo pensionato se non un orologio!

    Premetto che io non porto orologi e non ne capisco assolutamente niente, ma su consiglio di un collega, che vanta di avere oltre 50 mila euro in orologi, vado da un orologiaio in centro suo amico!

    Entro, mi presento, dico chi mi manda, gli spiego per cosa mi serve e gli chiedo se mi fa vedere alcuni modelli con cinturino in metallo, gli dico in anticipo la forchetta su cui mi posso muovere, 200-300 euro!

    Alla fine scelgo per un Philip Wath, il modello non ricordo, ma era molto bello, con tante lancette e lancettine, poi sarà stata l'illuminazione del negozio ma "sbrillucicava" tutto ed era figo, chiedo il costo 260 euro, ottimo, lo prendo!

    Allungo la carta di credito, e mi dice che se pago con il bancomat riesce a farmi un po si sconto. Esco il bancomat, 40 euro di sconto, "capo di bomba" penso, ringrazio con devozione ed esco!

    Adesso la mia domanda è questa, ieri avevo la lente degli occhiali da sole che ballava causa vite lenta, passavo per il centro e mi sono detto, perché non passare dal mio "amico" orologiaio e me la faccio stringere, vado, chiedo e mi stringe la vituzza, non chiedo il prezzo della prestazione per non metterlo in imbarazzo, ringrazio ed esco.

    Credi che sia finito sul suo blog come cliente scassapalle?

    RispondiElimina
  2. king: ma no, rompicoglioni no, soprattutto se si chiede con gentilezza (se me lo si chiede con arroganza, io delego tutto al "negozio di occhiali in piazza"). certo che 40 euro di sconto sono un bel po', non ho ben capito perchè con la carta no e con il bancomat sì... misteri bancari e delle loro commissioni.


    più che altro, per gentilezza avresti potuto chiedere quanto gli dovevi, lui avrebbe risposto (come faccio io) "ma niente, si figuri", non ci sarebbe stato imbarazzo, come temevi più, ma una dimostrazione di cortesia. io preferisco che mi si chieda quanto mi si deve e poi dire che non è niente, piuttsto che aver davanti qualcuno che pensa che tutto gli sia dovuto e che per un euro, 50 cent, non si sporca le mani a darmeli.

    RispondiElimina
  3. Sempre che ti lamenti.Non stai sotto il sole e stai pure seduto.Che vuoi di piu'?!Impacchetta va.

    RispondiElimina
  4. anonimo, scommetto che presto ti verrà urgente bisogno di cambiare una pila SUBITO. e scommetto che hai 80 anni :)


    il lavoro perfetto non esiste, che ti devo dire. a me spettano gli anziani scassapalle, a te il sole, se ti dà così fastidio.


    sul fatto che io stia seduto tutto il giorno invece ti contraddico, c'è sempre un gran casino da fare e di clienti da servire.

    di solito sgambetto più di un tizio con una gamba sola ad una gara di calci in culo.


    RispondiElimina
  5. questo blog è meraviglioso. quando hai a che fare direttamente con gli esseri umani, impari ad odiarli con giudizio. per l'idea delle registrazioni vocali: bella, ma non troppo semplice... vedrò cosa posso fare.

    RispondiElimina
  6. mi sono permesso di linkarti!

    RispondiElimina
  7. utente anonimo2 maggio 2008 21:56

    ti capisco bene...il fatto è che poche persone hanno rispetto per chi sta dietro il bancone,pretendono,esigono che tutto gli sia dovuto...quanta pazienza!

    sil

    RispondiElimina
  8. ho finito di leggere tutto il blog... nel telefilm "heroes" c'è un personaggio che fa l'orologiaio e con tempo inizia a conseguire un sacco di poteri. è un personaggio cattivo. ora capisco perchè.

    RispondiElimina
  9. utente anonimo3 maggio 2008 10:06

    hahahaha come si fa dopo solo un mese ad essersi dimenticata di che orologio aveva preso?!ha la stessa memoria di un pesce rosso!

    chissà cosa mi aspetta oggi pomeriggio quando saò la tua commessina...

    sylvia

    RispondiElimina
  10. utente anonimo3 maggio 2008 11:24

    Non mi spetta il sole,era un modo di dire.Il lavoro perfetto non esiste concordo.

    RispondiElimina