lunedì 7 settembre 2009

Sulle Tracce di FBI - parte due

Addirittura qualcuno aveva chiamato il post "Sulle Tracce di FBI" (del 9 Luglio) "una pietra miliare del blog", e quindi era naturale dargli un seguito, come i migliori kolossal americani, un sequel con più mezzi e con la trama che viene approfondita. Ricordate però... che quel che descrivo è tutto drammaticamente reale, purtroppo per i miei testicoli.


Allora, venerdì scorso, dopo che la mattina erano venute le "figlie di FBI" (se vi siete persi il post, lo trovate qui, e comunque sottolineo che non c'è parentela fra i soggetti, è solo un soprannome!), nel pomeriggio mi aspettava il vero maestro della cazzata cosmica, FBI. classica scenetta, entra, mi ASSICURA che il 9 Settembre gli arriva il bonifico dall'America, anzi in realtà è già arrivato in banca, ma il 9 deve mettere la firma per entrarne in possesso. Poi si fa vedere i soliti orologi, ancora insiste che vorrebbe ordinarne uno nuovo, io gli dico che lo farò subito, ma col cavolo che ordino un orologio che poi non ritirerebbe mai. Finisce la scenetta (niente nuove cazzate da segnalare), esce... e qui scatta il vostro Orologiaio Detective, visto che nel retro del negozio c'era mia mamma in visita. L'ho mollata in negozio (a prender pile è capace pure lei!), e ho pedinato di nuovo FBI. Con il suo solito passo lentissimo, ha fatto lo stesso giro dell'altra volta, ovvero una sorta di quadrilatero di vie nell'area pedonale del paese, senza mai fermarsi. Quando ormai avevo gli occhi attentissimi, perchè eravamo nella zona in cui l'altra volta mi aveva seminato, anzichè girare nella via a sinistra è andato dritto... ed è entrato in un bar. Non sapevo cosa fare, ma avevo tempo, il negozio era coperto da mia mamma, e allora mi son messo in attesa. Dopo due minuti non usciva, ho provato a passare davanti alla vetrina del bar (dalla quale si vede tutto l'interno)... ed FBI non c'era! Mi son seriamente preoccupato di averlo perso di nuovo, ma mi pareva incredibile. Mi son dato ancora un paio di minuti, per vedere se sarebbe uscito da chissà dove, poi ripasso, nel momento in cui FBI sta uscendo dal bagno. Quindi non mi aveva seminato... corro a "nascondermi" in attesa che esca (noto che non paga niente - è andato in bagno nel bar senza nemmeno prendere un caffè!), dopodichè esce e torno a seguirlo. Si dirige nella zona in cui la volta scorsa mi ha seminato, sto attentissimo, penso che ormai sia in trappola perchè evidentemente abita lì, allora.


E invece... entra nel negozio sportivo di FootLocker! LOL! Mi siedo lontano dal negozio in posizione favorevole, lo vedo dalla vetrina che prende su un paio di scarpe, poi le mette giù, si mette a guardarne altre, ferma un commesso, che però non se lo fila (stava servendo un altro), si mette a toccare altre scarpe... Poi si fissa davanti ad una parete, guarda tutto, io guardo l'orologio e son passati dieci minuti, penso che forse è meglio tornare al lavoro, perchè la situazione da FootLocker mi sa che andrà per le lunghe (secondo me il commesso non l'ha filato perchè lo conosce come lo conosco io, ovvero un cliente fuori di testa e che non spende). Quindi, per oggi abbandono qui l'inseguimento. Avrò altre chances. Rimane il dubbio: quindi FootLocker fa parte del suo giro di negozi in cui va ad assicurare che sta per arrivare (da tre anni e mezzo!) un finanziamento dall'America?


Nel frattempo, vi lascio con una foto del panorama del mio paese, purtroppo la via è trafficata e c'è sempre qualcuno che si mette nel bel mezzo della mia foto in alta definizione... porca miseria! Non volevo proprio che entrasse nell'inquadratura, sto strano tizio con pantaloni rossi, borsello e aria svagata... chissà chi è.





20 commenti:

  1. hahaha sei diabolico. Se potessi sapere io che giorno arriva ti farei da detective. Mi prenderei un giorno di ferie apposta, pensa! Sarebbe bello avere un quadro della vita di FBI. Anche se il suo fascino è dato proprio dal suo mistero.


    Peccato per la foto. Quei lavori in corso erano da fotografare meglio. Maledetti turisti sempre in mezzo ai piedi.

    RispondiElimina
  2. ehehe giusto zzcorey, hai scovato il mio spirito da vecchio umarèll, a cui piace fotografare i lavori in corso, visto che non posso star lì tutto il giorno come gli altri anziani a guardare in diretta i cantieri ;)


    (cfr. il link qui accanto "sì, è solo un paese di vecchi", che vi porta al fantastico blog degli umarèll)

    RispondiElimina
  3. ma era vestito identico alla scorsa volta ???

    stesso pantalone e polo

    RispondiElimina
  4. sì, è quasi sempre vestito uguale. a volte ha i pantaloni giallo stinto.


    però è profumatissimo, quindi almeno li lava, i vestiti. o ne possiede 20 paia uguali, come dylan dog.

    RispondiElimina
  5. ma fbi ci ha anche dei problemi di deambulazione?mi pare stortarello!

    comunque carissimo orologiaio dalla pazienza stoica è da poco che ti leggo ma tutto ciò è veramente spassosissimo (senza contare che da quello che mi sembra di capire siamo quasi vicini di casa...che fauna da 'ste parti...).

    buon lavoro!

    n

    RispondiElimina
  6. Non mi sembra proprio giovanissimo... che le "figlie scassamaroni" siano in realtà "nipoti scassamaroni"??? Mah...

    Ad ogni modo per la prossima volta che si ripresenta fossi in te proverei a chiudere il negozio DOPO dieci minuti che è uscito, e poi andrei dritto dritto da Footlocker, giusto per vedere se lo ritroverei lì...

    RispondiElimina
  7. Ciao, è da un pò che seguo il tuo blog e lo trovo divertentissimo. Vorrei darti un suggerimento: hai mai pensato di raccogliere i tuoi post in un libro?


    Fabio

    RispondiElimina
  8. "è andato in bagno nel bar senza nemmeno prendere un caffè!"

    E ti stupisci? Lo fanno in tanti (buona parte dei quali neppure saluta!) :|


    Il suggerimento di Mymaya è geniale!! Precetta più spesso tua madre :D

    RispondiElimina
  9. Secondo me è tutto vero! Alla fine ci sara' il lieto fine e fbi comprera' gli orologi.

    RispondiElimina
  10. ma sei andato poi ad intervistare il commesso di Footlocker? Magari ti raccontava la sua storia su FBI e ce la raccontavi pure quella... dai, che di FBI voglio sapere tutto... ;)

    RispondiElimina
  11. giusto ,entra nella futluker è chiedi al commesso se fbi gli racconta anche a lui le meravigliose storie che racconta a te.


    sei meglio di vito cosentino!^_^


    ciao viga

    RispondiElimina
  12. Troppo forte il tuo blog! Ti linko!

    ;D

    RispondiElimina
  13. Ehi, prova a sentire da FootLocker se lo conoscono, e fatti raccontare cosa pensano di lui...vediamo che balle racconta a loro! ^_^


    Libraio

    RispondiElimina
  14. fbi ha ucciso mike bongiorno..alleegriaaaa!


    ciao viga

    RispondiElimina
  15. Potresti allearti con quelli di FL (e chissa' quanti altri negozianti) e creare un'associazione pro o contro FBI! :-D

    RispondiElimina
  16. Ti leggo spesso, ma non ho mai commentato... Resto in attesa della prossima mossa di FBI ;-)

    RispondiElimina
  17. ciao,

    da me si è scatenato un putiferio solo perchè ho scritto:il cliente ha sempre ragione...da morto!

    Con riferimento ai coglioni arrogantelli che nella mia mansione di lavoratore nei centri commerciali ho incontrato quotidianamente.

    Ora come edicolante va meglio,devo dire....Subito una mi ha scritto di vergognarmie che ai clienti si deve baciare i piedi!^_^


    Che gente stupida c'è in giro.Frustrati e repressi che si rifanno contro quei santi che lavorano in negozio,bar,ristoranti ecc...


    ciao,davide


    http://malgoverno.splinder.com

    RispondiElimina
  18. ma chissà chi è...

    Sei un grande. Se prima o poi mi metto a lavorare nel tabacchi-lotto dei miei genitori rivolto il mio blog in chiave gags commesso/cliente, è lì che appaiono tali vere perle di umanità inconcepibile

    RispondiElimina
  19. uh mamma che destabilizzazione vedere una foto sul tuo blog della mia cittadina! in quella strada ci passo praticamente tutti i giorni, lavoro in centro! :-)

    RispondiElimina
  20. Maddai, me lo figuravo più atletico...

    RispondiElimina